Come togliere un nido di vespe senza pericoli

di Alice Marchese

Un nido di vespe può essere un problema serio, oltre a fare paura a chiunque lo scopra. Fortunatamente ci sono dei metodi per rimuoverli in completa sicurezza.

Come riconoscere un nido di vespe

Non è difficile da riconoscere. I luoghi in cui più frequentemente sono:

  • sul balcone, sotto la grondaia
  • in prossimità di strutture di legno
  • in prossimità delle intelaiature delle finestre
  • all’interno di vasi (possono anche trovarsi a livello del terreno)
  • in giardino, su rami o tronchi di alberi

Leggi anche: “Casetta per uccelli fai da te

Come rimuovere un nido di vespe

Questa operazione è ovviamente finalizzata ad azzerare o minimizzare per quanto possibile il numero di punture che potrete ricevere nel caso in cui qualcosa non andasse per il verso giusto.

  1. Bisogna creare una fonte di fumo con cui “affumicare il nido” spingendo le vespe ad allontanarsi. Il modo più semplice è quello di utilizzare un contenitore metallico al cui interno potrete inserire alcuni fogli di carta accartocciati a cui darete fuoco.
  2. Potrete coprire il contenitore in metallo con un coperchio (sempre in metallo) da rimuovere quando sarete pronti a posizionare il contenitore sotto il nido.
  3. Una volta posizionato il contenitore sotto il nido e aperto il coperchio, potrete allontanarvi rapidamente. Il fumo che si sprigionerà dal contenitore farà allontanare le vespe dal nido.
  4. Dopo che vi siate accertati che le vespe si siano allontanate dal nido, senza aspettare troppo tempo per evitare che ritornino, potrete rimuovere il nido usando semplicemente un bastone o un manico di scopa, facendolo cadere all’interno di un sacco di plastica che potrete chiudere e gettare.
  5. Quando le vespe torneranno senza trovare il nido se ne andranno via cercando un altro luogo dove creare un altro nido.

Voi sarete liberi dalle vespe e le vespe avranno salva la vita, anche se avranno “temporaneamente perso la loro casa”.

Quando rimuoverlo

Il periodo ideale per rimuoverlo è all’inizio della primavera quando il nido è stato appena creato: è infatti in questo periodo che la vespa regina, uscita dal letargo invernale, sceglie il luogo in cui costruire il nido creando una prima piccola struttura destinata a ospitare la prima nidiata di vespe operaie.

Appena nate le vespe operaie si metteranno al lavoro per espandere il nido a protezione della vespa regina.

Rimuovere il nido in questa fase, quando è ancora piccolo, può quindi essere semplice e presentare meno rischi. Tra la primavera e l’estate la colonia di vespe crescerà rapidamente fino ad ospitare nel periodo di punta, intorno al mese di agosto, oltre 1.500 esemplari.

A fine estate nascerà invece l’ultima nidiata con le vespe maschio e le regine dell’anno successivo: si tratta del periodo più pericoloso per rimuovere un nido in quanto le vespe sono tante e molto aggressive.

Leggi anche: “Mangiatoie per uccellini fai da te, le più belle con materiali di recupero


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

3 min

Terminato il relax estivo, arriva il momento di rientrare in ufficio e di riprendere la routine quotidiana fatta di lunghi viaggi in auto e di altrettanto lunghe ore da trascorrere seduti davanti al monitor del computer, nonché di fastidiosi dolori alla schiena e alla cervicale. Se viaggi e ore di lavoro non possono essere eliminati, […]

3 min

I pavimenti in gres porcellanato effetto legno sono tra i rivestimenti più amati e utilizzati. Questo è dovuto sia all’estrema praticità e comodità del materiale, ma soprattutto al suo grande valore estetico. Il gres porcellanato, infatti, ricrea in modo assolutamente naturale l’effetto legno in tutte le tonalità possibili: ebano, faggio, pino, abete e molti altri […]

3 min

In questi giorni uno dei temi più caldi, oltre alla triste notizia della scomparsa di Sua Maestà la Regina II d’Inghilterra, è legato al razionamento della luce. Scopriamo, di seguito, di cosa si tratta e in cosa consiste nel dettaglio. Perché sostituiscono i contatori luce, acqua e gas A breve l’Europa si avvicinerà  verso l’obbligo […]

2 min

Esistono dei metodi per eliminare i cattivi odori in casa. Purtroppo a volte succede che questi siano persistenti e che non vadano via semplicemente spalancando la finestra. Ecco tutti i rimedi per eliminarli. Cattivi odori in casa: come eliminarli Ci sono certi odori che inevitabilmente possono trovarsi in casa. La puzza di fritto a volte […]

2 min

La muffa può colpire qualunque cosa. Che sia cibo, mobili, pareti e persino vestiti. Purtroppo insieme a questo si aggiunge un odore sgradevole che è difficile da togliere. Se non interveniamo nel modo giusto c’è il rischio di perdere i nostri capi. Fortunatamente per ogni tessuto c’è un rimedio naturale fatto apposta per lui. Come […]