11 usi alternativi del sale che forse non conoscete

di Elisa Malizia

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

11 usi alternativi del sale che forse non conoscete : il sale era considerato raro e prezioso nell’antichità, oggi è alla portata di tutti e le sue proprietà restano perfette per la cura della casa e della persona. Vediamo come utilizzare al meglio il sale da cucina, in 11 modi alternativi.

In casa abbiamo tante sostanze ecologiche che possono tornarci utili per le pulizie domestiche, ma spesso ignoriamo di poter utilizzare l’aceto o il limone per lucidare e disinfettare le superfici della nostra casa o per mantenere puliti gli elettrodomestici. Oltre alle sostanze già citate, e al bicarbonato di sodio, quando vogliamo creare un detersivo efficace, economico e naturale possiamo ricorrere al normale sale da cucina. Scopriamo insieme 11 usi alternativi del sale da cucina che possono esserci molto utili.

1) Sale da cucina per pulire i metalli

Pulire l’oro, il rame e l’ottone: create una pappa a base di sale, farina e aceto in parti uguali, strofinate delicatamente le superfici e i gioielli in oro. Per rame e ottone, invece, lasciatela agire per un’ora, rimuovetela poi con un panno e lucidate.

Pulire l’argento: per lucidare le posate in argento, mettete un foglio di stagnola sul fondo di una pentola, aggiungete le posate, un cucchiaino di bicarbonato, uno di sale, acqua, portate ad ebollizione. Fatto questo, lasciate raffreddare e poi asciugate le posate con un panno pulito.

Pulire l’acciaio inox: create una miscela di sale e succo di limone, strofinatela sull’acciaio, risciacquate e asciugate con cura.

2) Sale da cucina per eliminare un fondo bruciato

Se avete inavvertitamente bruciato qualcosa durante la cottura, aggiungete subito del sale sul fondo: sarà più semplice rimuovere i residui di cibo.

3) Sale da cucina per pulire la caffettiera

Se la vostra moka vi sembra poco pulita, mettete l’acqua come fate di solito per preparare il caffè, ma aggiungendo tre cucchiai di sale. Portate a bollore e svuotate la caffettiera.

4) Sale da cucina per pulire i tappeti

Per togliere gli aloni dal tappeto, preparate un’emulsione a base di sale, borace e aceto. Passatela sulla macchia e lasciate asciugare. Se avete macchiato il tappeto con del vino rosso, per eliminare la macchia tamponatela subito con della carta assorbente e poi versate un po’ di sale: in questo modo assorbirà il vino rimasto. Quando sarà asciutto, rimuovetelo con un panno.

5) Sale da cucina per la canna fumaria

Per mantenere più pulita la canna fumaria, gettate una manciata di sale sulla fiamma mentre il fuco arde nel caminetto.

6) Sale da cucina contro la muffa

Se avete degli oggetti o degli abiti attaccati dalla muffa, applicate sulla macchia una miscela di sale e succo di limone, lasciando agire al sole. Quando sarà tutto asciutto, sciacquate e lasciate asciugare nuovamente al sole.

7) Sale da cucina contro la ruggine

Una pasta a base di sale, acqua e cremor tartaro, applicata sulla superficie arrugginita e lasciata asciugare al sole, rimuoverà la ruggine.

8) Sale da cucina contro i cattivi odori

Se avete delle scarpe che non hanno un buon odore, riempitele con un paio di cucchiai di sale. lasciate agire per una notte, togliete il sale e spazzolatele con cura per rimuovere i residui. Se, invece, non riuscite a liberarvi dei cattivi odori rimasti sulle mani dopo aver affettato aglio e cipolla, lavatele con una miscela di aceto e sale.

9)  Sale da cucina per un pulitore universale

Una miscela a base di aceto e sale diventerà una sorta di pulitore universale, da usare per smacchiare e disinfettare molte superfici. Evitate questa soluzione solo su marmi, linoleum e superfici cerate.

10) Sale da cucina per la pelle

Create uno scrub a base di yogurt bianco e sale, passatelo con cura sulla pelle umida e risciacquate. È ottimo soprattutto per quelle zone dove la pelle è più spessa, come gambe e schiena. Evitate il viso se avete la pelle molto sensibile.

11) Sale da cucina contro la forfora

Prima dello shampoo, con i capelli ancora asciutti, massaggiate la cute con un paio di cucchiai di sale; in questo modo assorbirete il sebo in eccesso e non avrete più bisogno di prodotti antiforfora, aggressivi e chimici.