10 Novembre 2021 |

4 modi per fare una treccia laterale perfetta per i tuoi capelli

di Alice Marchese

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
  • La treccia laterale è sempre la scelta più giusta se volete qualcosa che sia chic, ma anche che non appesantisca i vostri capelli. E tu quale scegli?
  • In base al taglio, se ne possono eseguire diversi tipi: quella a spina di pesce, quella classica, quella alla francese e anche quella olandese.
  • Mai dimenticare la lacca: risultato assicurato!

Rapida, romantica, elegante e soprattutto morbida. La treccia laterale è sempre la scelta più giusta se volete qualcosa che sia chic, ma anche che non appesantisca i vostri capelli. L’obiettivo è trovare semplicemente quella fatta apposta per voi. Ma in che modo si può ricreare questa treccia di lato? E’ una validissima alternativa alla classica treccia; questa viene realizzata sfruttando l’intera lunghezza dei capelli. In base al taglio, se ne possono eseguire diversi tipi: quella a spina di pesce, quella classica, quella alla francese e anche quella olandese.

Come fare una treccia laterale semplice

Cominciamo con la prima forma di treccia laterale, quella più semplice. Il primo trucco: preparare adeguatamente i capelli, andando a spazzolarli per bene, eliminando tutti i nodi: i nodi, infatti, rendono molto più difficile intrecciare correttamente i capelli, con il rischio di vanificare l’attenzione che andrete a riporre nelle fasi successive.

Una volta spazzolati per bene i capelli, provate a dividere la chioma, facendo la riga da un lato. A vostra scelta la possibilità di creare una riga precisa e pulita o, come va maggiormente di moda nel corso dei tempi più recenti, una riga a zig zag, o irregolare. Ora, raccogliete tutti i capelli su un lato, che deve essere l’opposto a quello su cui avete fatto la riga (cioè, se la riga è a sinistra, raccogliete i capelli a destra).

Dividete quindi i capelli in tre sezioni, partendo dall’area dietro l’orecchio. Intrecciate quindi i capelli come si fa normalmente, afferrando una delle ciocche esterne e facendola passare sopra quella centrale, prendendo poi l’altra sezione esterna e tirandola verso il centro, e così via, fino a raggiungere quasi il fondo. Fissate poi la treccia con un elastico e sistemate eventuali ciocche ribelli, eventualmetne aiutandovi con un prodotto ad hoc (una lacca).

Come fare una treccia laterale alla francese

La particolarità di questa acconciatura è che, a differenza delle altre tecniche, bisogna fare iniziare la treccia utilizzando i capelli dietro al collo. Con i giusti accorgimenti avrete una treccia dietro la testa che cadrà dolcemente lungo la spalla.

Il punto di partenza sarà sempre: spazzolate bene i capelli per poter eliminare i nodi, e fate una riga sul lato opposto a quello in cui andrete a raccogliere i capelli. Ora, raccogliete i capelli su una spalla e, fate partire la treccia dietro l’orecchio opposto: lo scopo di questa treccia, contrariamente a quella tradizionale, è quello di avvolgerla dietro la testa e poi sulla spalla, donandovi un look ancora più ricercato e romantico.

Treccia laterale alla francese: anche qui non manca la lacca

Con questo spunto di partenza, dividete i capelli in tre ciocche e iniziate a intrecciare come fate di solito: prendete una delle ciocche esterne e fatela passare sopra quella centrale, poi prendete l’altra ciocca esterna e fatela passare sotto quella centrale. Fate questo passaggio una sola volta e, successivamente, provvedete a intrecciarli alla francese: ogni volta che andrete a intrecciare una ciocca in alto, spostate una parte dei capelli sulla spalla opposta a quella sulla quale state lavorando. Una volta raggiunto l’orecchio opposto, finite la treccia in maniera tradizionale. Completate poi il look indossando una fascia per capelli e aiutatevi con un prodotto ad hoc (lacca) per fissare il tutto.

Come fare una treccia laterale olandese

La treccia laterale olandese vuole lo stesso trattamento di quelle elencate in precedenza. Quindi spazzolate bene i vostri capelli, al fine di rimuovere ogni eventuale nodo. Raccogliete poi i capelli e iniziate a intrecciare partendo dall’orecchio opposto alla spalla dove sono raccolti i capelli: prendete una ciocca di circa 5 cm e dividetela in tre sezioni.


Iniziate così a intrecciare facendo passare la sezione di destra sotto quella centrale e poi quella di sinistra sotto quella di destra. Aggiungete capelli alla sezione centrale e continuate così man mano che intrecciate, avendo cura di tenere la treccia il più possibile attaccata al viso. Aggiungete i capelli all’esterno della treccia, continuando finchè non avrete aggiunto tutti i capelli.
La conclusione di questa treccia è molto semplice, e simile a una comune treccia tradizionale a tre ciocche. Fissate poi il tutto con un elastico e, se opportuno, aiutatevi con un prodotto fissante, come una lacca.

Treccia laterale a spina di pesce

Questo tipo di treccia, nota anche come spiga di grano, sebbene sembra complicata è molto semplice da realizzare. È adatta per chi ha i capelli lunghi, per essere sfoggiata di giorno ma anche nelle occasioni più mondane.
Per realizzarla correttamente, il primo passaggio da fare è pettinare i capelli e portarli tutti su un lato.


A questo punto, legateli tutti con un elastico facendo una coda laterale. Prestate attenzione che l’attaccatura sia quanto più possibile vicino alla testa. Iniziate a dividere la coda in due sezioni di uguale dimensione.
Prendete una ciocca della sezione di destra e spostatela a sinistra; poi ripetete la stessa operazione con quella di sinistra. Continuate per tutta la lunghezza dei capelli. Quando avrete terminato, mettete un elastico. Potrete anche allentarla sull’intreccio per un effetto più glam. Spruzzate della lacca e tagliate l’elastico all’inizio della treccia.