Addio a Christo Jivkov, l’attore de ‘La Passione di Cristo’

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Christo Jivkov è morto a soli 48 anni. Un terribile lutto ha colpito il mondo del cinema internazionale. Un attore che ha lavorato al fianco di Mel Gibson nel celebre film La Passione di Cristo. Una notizia dolorosa; Jivkov se ne va giovanissimo, a causa di un cancro contro cui combatteva già da un po’ di tempo. La triste notizia è stata annunciata dallo storico bulgaro Dimitar Stojanovic. Sui social il post triste di Maria Grazia Cucinotta.

Chi era Christo Jivkov?

Di nazionalità bulgara, Christo Jivkov nel colossal di Gibson ha vestito i panni dell’apostolo Giovanni accanto a Jim Caviezel e Monica Bellucci. Si è spento in un ospedale di Los Angeles nel corso della serata del 31 marzo. Un duro colpo per i fan e per chi ha avuto la fortuna di lavorare con lui. Tanti gli attori italiani con cui ha lavorato visto che ha anche girato in film di registi italiani.

Era molto famoso in Italia, ha iniziato con il film Il mestiere delle armi

Attore, regista e produttore, Jivkov era nato a Sofia, capitale della Bulgaria nel 1975. Il 18 febbraio scorso ha compiuto 48 anni. Un diploma all’Accademia bulgara di cinema e teatro e una specializzazione in regia cinematografica con un documentario su Cinecittà e il cinema italiano. Una carriera dunque che iniziata con l’Italia dove poi avrebbe lavorato molto e dove tra l’altro ha anche esordito nel 2001 con un ruolo da protagonista, nel film Il mestiere delle armi di Ermanno Olmi. Fu con questa pellicola che venne conosciuto dal pubblico italiano. Quel film ottenne ben nove David di Donatello e gli diede l’opportunità di farsi conoscere. Poi nel 2007 ha anche interpretato il ruolo di protagonista del film In memoria di me di Saverio Costanzo, il figlio di Maurizio Costanzo. Tantissimi altri i film italiani in cui ha recitato come Barbarossa del 2009 di Renzo Martinelli e Il ragazzo invisibile del 2014 del regista Gabriele Salvatores.

Il post commosso di Maria Grazia Cucinotta

L’attrice siciliana Maria Grazia Cucinotta ha voluto dedicare un post dopo aver saputo della morte di Christo Jivkov. Con lui ha lavorato nel film Fly Light (2009) di Roberto Lippolis. “Non voglio ancora crederci che non ci sei più – ha scritto la Cucinotta sul suo profilo Instagram -, dolore infinito. Ciao Crhisto, amico mio, anima gentile, la tua lotta per la vita, era la lotta di tutti quelli che ti vogliono bene”. Tantissimi altri i post di dolore sui social dopo che la notizia della morte di questo giovane attore si è diffusa. “La sua pura radiosità, il suo sguardo profondo, la sua esuberanza e i suoi successi, uniti al suo talento, costruiscono l’immagine di un cavaliere nelle nostre vite contemporanee”, scrive un ministro bulgaro.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Alzi la mano chi non ripensa con una certa ansia ai giorni dell’esame di maturità. Oggi, 526.317 ragazzi italiani hanno affrontato questa sfida, che ha lasciato ricordi indelebili anche tra i personaggi famosi. Alcuni di loro si sono distinti con voti eccezionali, mentre altri hanno ottenuto risultati più modesti. Scopriamoli insieme. I voti dei politici […]