Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Influenza 2017-2018: sintomi e prevenzione

Salute - 2 ottobre 2017 Vedi anche: Malattie da raffreddamento

Insieme alle basse temperature arriverà anche l’influenza 2017-2018. Quali saranno i sintomi ? Non bisogna trascurare la prevenzione: il vaccino è consigliabile ai pazienti cagionevoli di salute, alle donne durante la gravidanza e anche a chi ha un sistema immunitario poco efficiente. Ecco tutto quello che c’è da sapere!

Le temperature non sono ancora rigide ma presto insieme al freddo arriverà anche l’influenza; lo scorso anno, su oltre 150 casi gravi, ci sono stati anche alcuni decessi, motivo per cui è meglio conoscere tutte le precauzioni del caso e pensare alla prevenzione dell’influenza 2017-2018: ecco i sintomi e come prevenirla.

I sintomi più comuni dell’influenza 2017-2018

I sintomi sono sempre gli stessi e possono non presentarsi tutti insieme: molto dipende dal soggetto, dal suo stato di salute e anche dall’età, variabili che dovremmo prendere in considerazione anche per quanto riguarda la prevenzione. Mal di testa, febbre, brividi di freddo, tosse e malessere diffuso sono tra i sintomi più comuni dell’influenza, a cui si aggiungono, in base al caso, mal di gola, indolenzimento muscolare, stanchezza e spossatezza, nausea e vomito, crampi addominali e diarrea.

Come prevenire l’influenza 2017-2018

L’unica forma di profilassi prevista in questi casi e consigliata dagli esperti, soprattutto per alcune categorie di pazienti, è il vaccino antinfluenzale. Chiaramente vaccinarsi in questo caso è una scelta, ma diventa necessario per i soggetti più a rischio, cioè le persone che hanno compito i 65 anni di età o con un sistema immunitario debilitato a causa di patologie preesistenti. La vaccinazione contro l’influenza è consigliata anche alle donne al secondo o al terzo trimestre di gravidanza, a chi svolge la propria professione presso servizi pubblici e a chi per motivi di lavoro si trova spesso a contatto con animali.

Influenza 2017-2018: le possibili complicazioni

Il motivo per cui il Ministero della Salute in molti casi consiglia il vaccino è semplice: una comune influenza può avere risvolti più seri ed essere causa di complicazioni, soprattutto a carico del sistema respiratorio. Bronchiti e polmoniti possono cominciare come comuni influenze e rivelarsi persino fatali per le categorie a rischio. Alle eventuali complicazioni dell’influenza di aggiungono anche l’otite e la sinusite.

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA