Galateo matrimonio: l'annuncio di fidanzamento

Matrimonio - 28 marzo 2012 Vedi anche: Fedi nuziali e gioielli

La tradizione vuole che, prima del matrimonio, ci sia un annuncio di fidanzamento fatto di solito durante un ricevimento organizzato per l’occasione dalla famiglia della sposa.

Durante questo evento il fidanzato dona ufficialmente l’anello di fidanzamento alla sua amata, rendendo in tal modo ufficiale la promessa di matrimonio. Anche la fidanzata dovrebbe ricambiare donando un prezioso all’amato (per esempio un orologio d’oro).

Altro gesto, sicuramente molto apprezzato in passato e più coinvolgente per le famiglie, era chiedere “la mano” dell’amata al padre della sposa.

Attualmente, i fidanzati tralasciano le tradizioni di cui sopra per decidere insieme la data delle nozze ed informare poi le famiglie. Anche in questo caso, è bene che la famiglia della sposa inviti formalmente a pranzo la famiglia dello sposo per una maggiore conoscenza, se non già avvenuta, e per suggellare la promessa di matrimonio.

Durante il pranzo, i fidanzati avranno a tavola il posto d’onore ed il momento sarà l’occasione per un brindisi ben augurale e la consegna dell’anello di fidanzamento. Anche la famiglia dello sposo potrà donare, in questa occasione, un oggetto d’oro alla futura nuora.

In caso di feste o ricevimenti più formali con altri ospiti, il fidanzamento sarà annunciato dai genitori con l’invio del seguente invito:

Maria ed Antonio Rossi
sono lieti di annunciare
il fidanzamento della loro figlia/o Beatrice
con il Signor Carlo Bianchi
Roma, Via Italia, 44

Gli invitati risponderanno con telegramma di auguri o fiori.

L’anello di fidanzamento più classico è il solitario oppure si potrà optare per il trilogy, composto da tre diamanti che simboleggiano l’amore passato, presente e futuro. E’ possibile però scegliere anche una pietra preziosa o donare addirittura un anello di famiglia.

Una volta avvenuto il fidanzamento, la coppia dovrà fare visita a tutti i parenti e, in teoria, non dovrà dormire sotto lo stesso tetto fino al giorno del matrimonio.

Se il caso vuole che il fidanzamento si rompi prima di giungere all’altare, l’anello dovrà essere restituito, così come tutti gli altri regali di nozze eventualmente già ricevuti, con tanto di biglietto di scuse.

Articolo scritto da Loredana Santoro – Event and Wedding Planner
Per maggiori informazioni: http://www.facebook.com/LoredanaSantoroWhiteStudio

CONDIVIDI

Facebook Twitter Google Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Email

COMMENTA