Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Rabarbaro in cucina, 4 ricette raffinate per utilizzarlo

Cucina - 2 aprile 2018

Scopriamo la versatilità del rabarbaro in cucina con 4 ricette per utilizzarlo al meglio e preparare piatti sfiziosi che conquisteranno anche i palati più esigenti.

Non tutti conoscono e usano il rabarbaro in cucina ed è un vero peccato perché questo ingrediente, che deriva da una pianta dal  sapore asprigno e leggermente amarognolo, può regalare grandi soddisfazioni.

Confettura extra di rabarbaro Ca’ Dei Baghi

3.82 €

Scopri su Amazon

Rabarbaro rizoma in polvere

5.75 €

Scopri su Amazon

Rabarbaro Zucca aperitivo alcolico

13.90 €

Scopri su Amazon

Dolci, torte, budini, sorbetti, gelatine, composte, conserve, bevande e piatti salati sono solo alcune delle ricette con il rabarbaro che potete preparare: dalle ricette con rabarbaro Bimby alle ricette vegan con rabarbaro, passando per la marmellata di rabarbaro e per il rabarbaro crudo tagliato a julienne.

Scopriamo insieme 4 ricette raffinate con il barbaro per iniziare a conoscere questo ingrediente e a utilizzarlo di più nelle nostre preparazioni!

Carpaccio di carne con rabarbaro

Tra i secondi potete provare il carpaccio di rabarbaro, facile e velocissimo da preparare, dove il sapore del rabarbaro si sprigiona in modo unico.

Ingredienti:

  • 320 g di filetto di manzo tagliato a carpaccio
  • 1 costa di rabarbaro
  • 80 g di rucola
  • salsa di soia q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale e pepe q.b.

Procedimento:

Lavate e tagliate la costa di rabarbaro, poi sbollentatela in acqua calda per cinque minuti. Scolate, passatela nel ghiaccio e asciugatela, poi lavate e asciugate anche la rucola. Disponete le fettine di carne sul piatto, salate, pepate e aggiungete un po’ di salsa di soia, il rabarbaro, l’olio e la rucola.

Insalata di asparagi e rabarbaro

Un contorno sfizioso e primaverile? Provate l’insalata di asparagi e rabarbaro: gustosa e semplicissima da preparare!

Ingredienti:

  • 400 g di asparagi
  • 200 g di rabarbaro in coste
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • Succo di limone q.b.
  • Sale e pepe q.b.
  • Scorza di limone q.b.

Procedimento:

Pulite gli asparagi e lessateli 10 minuti in abbondante acqua salata avendo cura di lasciare fuori dalla pentola le punte, poi scolateli. Prendete le coste di rabarbaro e tagliatele in tre parti, poi fatele cuocere in acqua bollente per 10-15 minuti e, una volta cotte, riducetele a pezzetti. Nel frattempo, preparate in un’insalatiera un’emulsione di succo di limone filtrato con il sale e tre cucchiai di olio. Aggiungete gli asparagi e il rabarbaro, poi disponeteli su un piatto da portata decorando con delle scorzette di limone e una spolverata di pepe.

Filetti di sgombro al rabarbaro caramellato

Anche il pesce può essere insaporito in modo originale con questo ingrediente vegetale: ecco i filetti di sgombro al rabarbaro caramellato.

Ingredienti:

  • 4 gambi teneri di rabarbaro
  • 2 cucchiai abbondanti di zucchero di canna
  • filetti di 4 sgombri da 250 g l’uno
  • farina q.b.
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • rosmarino tritato q.b.
  • sale e pepe q.b.

Procedimento:

Preriscaldate il forno a 200° e tagliate i gambi del rabarbaro a tronchetti di circa 3-5 cm. Adagiateli su una teglia antiaderente, bagnateli con mezza tazza di acqua e spolverateli con lo zucchero, poi infornateli e fateli cuocere per circa 15 minuti: saranno pronti quando la punta di un coltello entrerà nella polpa con facilità. Sfornateli e teneteli da parte. Prendete i filetti di sgombro, lavateli bene, asciugateli e passateli nella farina solo dal lato della pelle. Versate un po’ d’olio in una padella antiaderente fino a ricoprire il fondo e, una volta caldo, adagiate i filetti con la pelle rivolta verso la base della pentola. Salateli, pepateli, aggiungete il rosmarino tritato e fateli cuocere a fuoco lento per circa 8 minuti, finché la pelle non risulterà croccante. Girate con delicatezza i filetti e finite la cottura. Quando saranno cotti, adagiateli su un piatto di portata e teneteli in caldo mentre nella stessa padella riscaldate il rabarbaro. Una volta caldo, mettetelo sugli sgombri e servite subito.

Crostata di rabarbaro e lamponi

Tra le ricette di torte con il rabarbaro, la crostata di rabarbari e lamponi è una delle più fresche e originali. Ecco come prepararla!

Ingredienti per 6 persone:

  • 70 g di zucchero
  • 250 g di farina
  • 2 cestini di lamponi
  • Sale q.b.
  • 125 g di burro
  • 2 uova
  • 400 g di rabarbaro
  • 200 g di gelatina di lamponi
  • 3 cucchiai di zucchero

Procedimento:

Per preparare la frolla iniziate a lavorare la farina e il burro appena morbido, 70 g di zucchero, le uova e il sale non troppo a lungo per non scaldare il composto. Tirate la pasta frolla e stendetela in una tortiera da 24 cm imburrata e infarinata; fate riposare l’impasto in frigorifero per un’ora. Trascorso il tempo indicato, coprite il fondo con un foglio di alluminio, riempite la tortiera con legumi secchi e cuocete in forno già caldo a 180° per 20 minuti. A questo punto eliminate l’alluminio e i legumi, fate cuocere ancora una decina di minuti per farla asciugare completamente, poi toglietela dal forno e fatela raffreddare.

Ora passate la preparazione della farcia e cominciate pulendo il rabarbaro, poi tagliatelo a tocchetti, mescolatelo insieme a 3 cucchiai di zucchero e mettetelo in una teglia coperta con alluminio nel forno a 180° per 15 minuti. Sgocciolatelo in un colino raccogliendo il succo in un pentolino. Aggiungete al rabarbaro liquido la gelatina e fatela sciogliere su fiamma dolce per 10 minuti; unite i lamponi fuori dal fuoco e distribuite sulla pasta frolla il rabarbaro e, sopra, il composto ai lamponi. Mettete la crostata in frigo per un’ora prima di servire.

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA