Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Come arredare in stile japandi, il nuovo trend 2018 per ambienti minimal [FOTO]

Hobby e Casa - 20 febbraio 2018 Vedi anche: Decorazione della casa, Idee arredamento casa

Sapete già come arredare in stile japandi, ovvero seguendo il nuovo trend 2018 per ambienti minimal? Ecco i consigli per non sbagliare!

AWS Access Key ID: AKIAJHOTDZCWIDJIMRTQ. You are submitting requests too quickly. Please retry your requests at a slower rate.

Oggi facciamo un gioco: uniamo lo stile d’arredo “japan” con lo stile “scandi” (abbreviazione di scandinavo). Che risultato abbiamo? Lo stile japandi, il nuovo trend 2018 per ambienti minimal!

Plafoniera stile scandinavo

Scopri su Amazon

Letto in legno stile giapponese

588.00 €

Scopri su Amazon

Come si arreda in stile japandi la propria casa?

Consiglio n. 1: i colori dello stile japandi

Eliminate i colori forti o accesi: lo stile japandi vuole solo il color legno chiaro e scuro, le tonalità dell’azzurro e il blu Shibori, il verde acqua, il grigio e il bianco. Sì, quindi, al divano grigio, così osannato per l’arredo 2018, alle sedie in legno chiaro e scuro, nonché trasparenti, bianche o, al più, nere. Uniche varianti cromatiche ammesse sono il verde menta, lo smeraldo, il rosa e l’avorio.

Consiglio n. 2: i materiali dello stile japandi

Perfetto il parquet per il pavimento, i tessuti grezzi per la tappezzeria, le trame dipinte con colori naturali come, appunto, lo Shibori per tende e cuscini/biancheria, il legno non trattato per la mobilia, il bambù, le fibre naturali, il vimini, i giunchi, il ferro, l’acciaio, il vetro, le ceramiche e, naturalmente, le piante.

Consiglio n. 3: gli abbinamenti dello stile japandi

E veniamo ai complementi d’arredo japandi. Come abbiamo detto, il segno distintivo di questo nuovo stile d’arrredo contemporaneo che viene un po’ dall’Oriente e un po’ dalla Scandinavia è il minimalismo.

Di conseguenza, in una casa arredata con lo stile japandi l’abbinamento dei mobili deve rispettare la regola “pochi ma buoni”. Una poltroncina di ottima qualità, ad esempio, è preferibile ad un divano enorme di pessima fattura.

Sedie e tavolini in legno non trattato, tappeti in fibra naturale, pareti scarne ma opportunamente colorate, luci che scompaiono ma ben disposte, una campana tibetana per il relax e la meditazione… In una parola, lo stile japandi è funzionale. E’ però anche trendy e perciò mai lasciato al caso.

Adesso vi lasciamo alle nostre immagini che, di certo, saranno più eloquenti di qualsiasi discorso e consentono di arredare una casa in stile japandi, come vuole l’ultima tendenza d’arredo 2018.

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA