Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Guida makeup: cos'è il pennello kabuki, come si usa e come si pulisce

Bellezza - 14 novembre 2017 Vedi anche: Make-up, Trucco viso

Make up e bellezza: cos'è, come si usa e come si pulisceil pennello kabuki? Scopriamo le tipologie di kabuki e i suoi usi: ecco cosa sapere su questo strumento per il trucco viso.

Gli strumenti per il make up devono essere adatti ai prodotti da stendere: se i pennelli non sono di qualità, infatti, rischiamo solo di sprecare i trucchi e di applicarli male. Per il trucco viso i pennelli da usare per applicare il fondotinta dipendono molto dalla consistenza del fondo stesso: in polvere libera, fluido, in crema, in mousse, compatto… ogni prodotto deve essere applicato con il suo pennello. Inoltre, i vari pennelli possono fornire una coprenza diversa anche dello stesso fondotinta, quindi la scelta della giusta forma e consistenza delle setole è fondamentale per la riuscita del make up viso. Uno dei pennelli più usati e noti è il cosiddetto pennello kabuki: vediamo come si usa e come si pulisce.

Kabuki pennello classico

7.99 € 5.80 €Sconto del 27%

Scopri su Amazon

Flatbuki pennello kabuki

24.90 € 9.90 €Sconto del 60%

Scopri su Amazon

Set 10 pennelli kabuki viso e occhi

88.89 € 9.99 €Sconto del 89%

Scopri su Amazon

Make up viso: il pennello kabuki

Il pennello kabuki ha antiche origini giapponesi e prende il nome da una forma teatrale molto diffusa nel paese asiatico; questo pennello, nella sua forma originaria, presenta setole abbastanza lunghe, morbide, mediamente compatte e con un manico molto corto. È un pennello perfetto per stendere prodotti in polvere, dai fondotinta minerali al blush, dalla cipria fino alla terra abbronzante. Nel tempo sono nate altre versioni di pennello kabuki, come:

  • flatbuki: è la versione a setole piatte, più compatte e dure, molto adatto per i fondi liquidi e in crema; offre una coprenza modulabile e maggiore rispetto al classico kabuki
  • affusolato: la forma di questo kabuki ricorda una fiamma, è più appuntito del classico kabubi e consente tratti più precisi, dunque è perfetto per stendere i prodotti da contouring
  • angolare: ha una forma diagonale perfetta per truccare gli zigomi

Questo pennello si usa con movimenti rotatori per applicare il fondotinta al meglio, ma anche per le polveri libere, come la cipria e la terra. Il pennello kabuki, specie se usato per applicare un fondotinta in crema o liquido, va lavato con regolarità. Per un’igiene perfetta e semplice potete usare lo spray apposito in vendita presso i negozi di cosmesi o su internet ma, se volete optare per il fai da te il pennello kabuki può essere lavato così:

  • bagnate le setole con acqua tiepida, più calda che fredda, mantenendo il pennello in orizzontale per non inumidire troppo la base
  • insaponate con un prodotto neutro, come il sapone di Marsiglia, badando a non creare nodi alle setole
  • sciacquate finché tutta la schiuma sarà scomparsa
  • tamponate con un panno di cotone pulito e mettete ad asciugare in orizzontale

Nella stagione fredda il pennello kabuki impiega almeno due giorni prima di asciugarsi completamente, mentre in estate basta mezza giornata.

Nella nostra gallery troverete tutte le varianti dei pennelli kabuki: scegliete quello che fa per voi!

Articolo scritto da: Elisa

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA