Pino Insegno non condurrà “L’Eredità”, veto della società produttrice del programma

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Sorpresa per quanto riguarda la conduzione de “L’Eredità”: Pino Insegno non sarà al timone del popolare game show di Rai 1 a partire da gennaio. La decisione sarebbe arrivata dopo un confronto tra la Rai e Banijay Italia, società che detiene i diritti del format, che avrebbe posto il veto sulla scelta del conduttore.

Fatto fuori dalla società del programma

Banijay avrebbe fatto forti pressioni per non avere Insegno alla guida del programma, storico appuntamento dell’access prime time di Rai 1, molto seguito e in una fascia strategica per gli ascolti. Il timore era che, dopo i risultati non brillanti de “Il Mercante in Fiera”, anche “L’Eredità” potesse subire un calo con effetti negativi sulla raccolta pubblicitaria. “Non abbiamo ricevuto nessuna comunicazione ufficiale in tal senso, né da Rai né da Banijay. Al momento, quindi, possiamo solo rilevare l’ennesimo gioco al massacro sulla pelle di Insegno, un gioco che va avanti da mesi con una violenza mai riscontrata prima. Attendiamo la definizione dell’accordo tra Rai e Banijay per iniziare a lavorare sul programma”, ha dichiarato Diego Righini, manager dell’attore.

Chi conduce L’Eredità?

Ora si apre il toto-nomi per il nuovo volto de “L’Eredità”: tra i papabili Flavio Insinna e Marco Liorni, anche se si vorrebbe evitare un “deja-vu”. Più probabile un nome nuovo, non quello di Gabriele Corsi, legato a Discovery. La scelta spetta ad Angelo Mellone, direttore Intrattenimento Day Time Rai. Le registrazioni dovrebbero partire a dicembre.

I programmi Rai flop

Intanto tanti programmi Rai sono un flop. “Il Mercante in Fiera” è un programma Rai sotto osservazione ma anche “Liberi Tutti”. Attenzione puntata anche su “Avanti Popolo” di Nunzia De Girolamo, in calo negli ascolti su Rai 3. Il direttore Approfondimento Paolo Corsini vuole aspettare la pausa natalizia per un bilancio definitivo. Monitorati anche “Che Sarà” della Bortone e “La Volta Buona” con Caterina Balivo. E c’è attesa per “XXI Secolo” di Francesco Giorgino su Rai1 e “Far West” di Salvo Sottile su Rai3, scelte per ridurre i costi visto che l’Usigrai è in allarme per possibili tagli dopo il calo del canone. Anche Rai Sport teme ridimensionamenti dopo aver perso i diritti della Coppa Italia.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Pur essendo entrato a stagione in corso, Marco Maddaloni è stato certamente uno dei concorrenti più discussi della scorsa edizione del “Grande Fratello“. I commenti che gran parte del pubblico ha fatto su di lui, è bene precisarlo, non sono stati certamente sempre positivi, anzi in tanti l’hanno accusato di fare il doppio gioco, visto […]