Bonus bebè 2017, a chi spetta e come richiederlo

di Danila


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Buone notizie per le famiglie in dolce attesa: ci sono novità sul bonus bebè 2017, l’assegno familiare con cui il governo sosterrà le famiglie con figli piccoli a carico. Sono stati stanziati 600 milioni di euro per il 2017 e 700 milioni per l’anno successivo. Al netto saranno 800 euro prima della nascita e mille euro l’anno per l’iscrizione al nido, due provvedimenti che aiuteranno non soltanto le famiglie a basso reddito, ma anche e soprattutto le donne che lavorano. E’ confermato anche il voucher baby sitter per le mamme che rientreranno al lavoro dopo la maternità obbligatoria.

Insomma, la prima e forse anche la più importante novità del nuovo pacchetto famiglia riguarda proprio l’assegno di 800 euro a cui hanno diritto tutti i nuovi nati dal prossimo primo gennaio, una misura indipendente dal reddito. Tale somma verrà erogata prima della nascita del bambino proprio per permettere ai neogenitori di provvedere alle prime spese, quindi lo possono richiedere tutti.

Il bonus bebè 2017 vero e proprio verrà invece garantito alle famiglie con un reddito basso. Si tratta di un sussidio di 80 euro almeno, per tre anni a partire dalla nascita del bambino: è un assegno che verrà erogato soltanto a favore delle famiglie con Isee inferiore a 25 mila euro. Per i nuclei familiari con Isee inferiore a 7 mila euro il sussidio sale a 160 euro al mese, quindi 960 euro nel primo caso, 1.920 in quest’ultimo.

Alle mamme che rientrano a lavoro inoltre verrà garantito un bonus per il nido fino a 1.000 euro l’anno per tutti i bambini nati già dal primo gennaio 2016. L’assegno verrà erogato fino ai tre anni di età del bambino. Potranno accedere a questo tipo di agevolazione tutti, indipendentemente dal reddito. E’ infine riconfermato anche il voucher baby sitter: 600 euro al mese per pagare il nido o la baby sitter per coloro che rientrano a lavoro subito dopo la maternità obbligatoria. Il voucher ha una durata di 6 mesi, periodo di tempo che corrisponde al congedo facoltativo a cui rinunciano le mamme che rientrano a lavoro.

Bonus bebè 2017, come richiederlo

La richiesta del bonus bebè andrà presentata entro 3 mesi dalla nascita del bambino o dall’arrivo in casa di un bambino adottato.  Anche nel caso in cui venga fatta dopo, la scadenza coinciderà la sospensione dell’assegno con il terzo anno di età del bambino ed eventualmente non si riceveranno arretrati. La domanda si presenta per via telematica attraverso il sito ufficiale dell’Inps, ma per accedere al sito è necessario possedere un codice PIN che viene rilasciato negli uffici appositi; in alternativa potete inoltrare la richiesta attraverso un Caf o un Patronato.

LEGGI ANCHE:

Bonus di 500 euro alle famiglie numerose, come riscuoterlo

 

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

I Campionati Mondiali di calcio femminile si avvicinano: il prossimo 20 luglio verrà fischiato il calcio d’inizio della partita inaugurale tra Australia (una delle nazioni ospitanti insieme alla Nuova Zelanda) e l’Irlanda. Trentadue squadre provenienti da tutto il mondo si sfideranno per contendersi il prestigioso titolo, che sarà assegnato il 20 agosto 2023. Una Coppa […]