05 Agosto 2022 |

Mutuo prima casa, quali sono le agevolazioni per gli under 36?

di Alice Marchese

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Per il mutuo prima casa sono state garantite delle agevolazioni per gli under 36 mutui. Gli incentivi del 2021 sono stati estesi anche per il 2022. Scopriamo in cosa consiste.

Mutuo prima casa: in cosa consiste

Come riporta Pmi.it, la Legge di Bilancio ha infatti prorogato sia i bonus sia i mutui prima casa per under 36 fino al prossimo 31 dicembre, potenziando la misura introdotta dal Decreto Sostegni bis e dando ai giovani un accesso prioritario al Fondo di Garanzia Consap, con copertura all’80% della quota capitale del finanziamento.

Sullo sfondo, una corsa al rialzo per i mutui a tasso fisso, che torna a rendere il mutuo a tasso variabile il più conveniente del momento, con mercato rivitalizzato dagli incentivi casa e dalla garanzia di Stato per chi vanta un ISEE fino a 40mila euro.

Leggi anche: “Il mutuo per la casa familiare: istruzioni per l’uso”

Cos’è il mutuo prima casa per under 36

Gli incentivi del 2021 sono stati estesi anche per dicembre 2022 per quanto concerne l’acquisto prima casa da parte di giovani under 36 con ISEE fino a 4amila euro (commi 151 e 153, articolo 1, legge 234/2021) con esenzione da imposta di registro, ipotecaria e catastale o credito d’imposta IVA pari all’ammontare del tributo ed erogazione di mutui prima casa garantiti fino all’80%. L’agevolazione sull’acquisto della prima casa, comprensiva di eventuale pertinenza C1 e C6, deve essere accatastate come residenziale (categoria A) non di lusso.

Come funziona il mutuo prima casa giovani

Il mutuo prima casa giovani è un pacchetto di agevolazioni per l’acquisto dell’abitazione principale, riservata ai giovani con reddito medio-basso, che possono così accedere sia ad un mutuo garantito sia ad una serie di agevolazioni fiscali.

Chi può richiederlo

L’agevolazione è riservata ai giovani fino al trentaseiesimo anno d’età con ISEE fino a 40mila euro. Sono esclusi acconti e caparra nei preliminari, sui quali però si può richiedere successivamente un rimborso sull’imposta versata. Il Fondo è rivolto a tutti i cittadini che non siano proprietari di altri immobili ad uso abitativo. Lo stesso vale per paesi all’estero. Salvo che per successione causa morte e ceduti a titolo gratuito a genitori o fratelli.

Come richiederlo

Per richiedere un mutuo giovani under 36 basta rivolgersi alla banca: il Fondo di Garanzia è infatti concesso dallo Stato alle banche, perché queste rivedano i criteri di concessione del credito anche nei confronti dei soggetti considerati più a rischio. Ad esempio perché privi di un contratto a tempo indeterminato. Il bonus mutui prima casa giovani si applica anche alle pertinenze come ad esempio box auto e si possono estendere anche alle prime case comprate tramite asta giudiziaria. L’ammontare del mutuo non deve superare i 250.000 euro.

Dunque i giovani potranno ottenere fino al 31 dicembre 2022:

  • la garanzia statale del Fondo prima casa;
  • una defiscalizzazione quasi totale sull’acquisto della casa;
  • la cancellazione delle imposte sul mutuo;
  • un credito d’imposta sull’Iva qualora la vendita la prevedesse;
  • tassi agevolati sul mutuo.

Leggi anche: “Come affittare casa senza sorprese, 5 consigli utili”