21 Aprile 2020 |

Le proprietà terapeutiche dei fiori d’arancio antistress naturali

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Photo by Alimo 26 on Unsplash.com

Quali sono le proprietà terapeutiche dei fiori d’arancio, quali le controindicazioni e le dosi consigliate, e quali i casi in cui sarebbe opportuno chiedere consiglio al medico prima di assumere tisane e decotti a base di questa pianta.

Quando parliamo di fiori d’arancio non possiamo non pensare ai matrimoni, e non è un caso, considerato che i fiorellini di questa pianta sono bianchi e che hanno anche un ottimo profumo, per cui vengono spesso utilizzati ai matrimoni per i centrotavola. I fiori d’arancio però hanno anche notevoli proprietà terapeutiche.

Dai fiori di questa pianta si ricava un’acqua che ha notevoli poteri calmanti e antispasmodici, ed è un toccasana quindi per lo stress, per chi patisce gli effetti collaterali dell’ansia, e anche e soprattutto per chi soffre d’insonnia.

Fiori d’arancio amaro per digerire meglio

I fiori d’arancio amaro vengono utilizzati moltissimo in fitoterapia anche per le loro proprietà digestive, stomachiche, febbrifughe e diaforetiche, insomma un ottimo rimedio naturale che agisce efficacemente su più fronti. Per cui l’arancio amato viene utilizzato molto spesso per il trattamento di coliti e della dispepsia, per i disturbi del sonno, per il mal di testa ed è anche particolarmente indicato per il trattamento delle infezioni della pelle e dell’apparato urogenitale. Le parti della pianta che vengono più utilizzate sono senza dubbio i fiori, anche se in determinate preparazioni vengono miscelati con le foglie e la scorza del frutto. I fiori possiamo sicuramente usarli per preparare infusi da utilizzare come sedativi e calmanti.

Fiori d’Arancio: le dosi consigliate

I fiori d’arancio amaro di solito vengono utilizzati sotto forma di estratti secchi per la preparazione di tisane, decotti e infusi. La  dose consigliata per la preparazione degli infusi è pari a 1,5 grammi di fiori per ogni tazza d’acqua. E’ importante non assumerne troppo perché potrebbero anche esserci effetti collaterali, tra cui gli effetti tossici a livello cardiaco.  Inoltre i  fiori d’Arancio sono assolutamente controindicati in gravidanza e allattamento. Inoltre i soggetti cardiopatici, diabetici, obesi o ipertesi, prima di assumere tisane e infusi a base di questa pianta, dovrebbero chiedere consiglio la medico.

LEGGI ANCHE:

Avocado, proprietà benefiche e controindicazioni 

Le proprietà benefiche dello zenzero