13 marzo 2018 |

Tutto sul frutto del drago: come si mangia, le proprietà e i benefici

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Avete mai sentito parlare di dragon fruit? Oppure l’avete mai assaggiato? Ecco tutto quello che c’è da sapere sul frutto del drago: le proprietà, come si mangia e quali sono i suoi benefici.

Lo avrete sicuramente sentito nominare, qualcuno lo avrà anche visto e assaggiato, ma forse non tutti saranno per che il frutto del drago ha proprietà benefiche molto interessanti e anche un sapore piacevole. Prima, però, bisognerebbe capire in che modo mangiarlo, dunque oggi vogliamo conoscere meglio il dragon fruit: come si mangia e le sue proprietà benefiche.


È un frutto curioso, con un colore piacevole e per noi italiani ha una provenienza insolita: il dragon fruit, infatti, è una specie esotica che appartiene a una famiglia di piante da cui non ci aspetteremmo frutti. Da dove arriva il frutto del drago? Da una pianta di cactus del Messico, anche se la coltivazione del frutto del drago è tipica di alcune zone del Brasile e dell’America Latina. Questo frutto si riconosce subito sia dal colore rosato che dalle scanalature della buccia; in Italia non è semplicissimo da trovare, a meno che non vi rechiate in un negozio di frutta e verdura esotica.

Frutto del drago: proprietà e benefici

Il frutto del drago, conosciuto anche come pitaya, è di fatto un superfood, un alleato della nostra salute e un concentrato di vitamine, sali minerali e nutrienti indispensabili per il nostro benessere. E’ infatti una buona fonte di Vitamina A, B e C, ma in particolare di B1, che è quella che trasforma lo zucchero in energia. Si tratta quindi di un frutto che rafforza il sistema immunitario, che contiene anche diversi antiossidanti e che va bene anche per chi segue una dieta ipocalorica perché apporta davvero pochissime calorie, in media circa una quarantina per 100 grammi di frutto.

Frutto del drago: il sapore

L’esterno del frutto è rosa ma l’interno è bianco e ha un aspetto molto simile a quello del kiwi. Il gusto del dragon fruit è dolce, leggero e fresco. Si può mangiare da solo, ma sta bene anche nell’insalata e nella macedonia di frutta.

Come mangiare il frutto del drago

L’unico impedimento iniziale è capire come mangiare il frutto del drago! Il modo migliore per rimuovere la buccia è tagliare il frutto in quarti oppure a fettine e pelarlo, mangiando poi solo la polpa, che è la parte più morbida del frutto. In alternativa si può mangiare come un kiwi, tagliandolo in due e scavando la polpa con un cucchiaino.

Frutto del drago: dove trovarlo

Come già accennato, in Italia non è molto semplice reperirlo e comunque non si tratta di un frutto che si trova in qualsiasi supermercato. Potete trovare il dragon fruit in alcuni supermercati biologici, dove spesso si trovano anche frutti esotici, oppure in un mercato della frutta specializzato.

LEGGI ANCHE:

Passion fruit, tutti i benefici di questo frutto esotico

Potrebbe interessarti anche