Tutto quello di cui hai bisogno per dimagrire sta nel palmo della tua mano e in pratica fai una dieta da 1500 Kcal

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Sono sufficienti un pugno di riso o un pugno di pasta per avere la giusta quantità di carboidrati

E’ fatta: da oggi puoi perdere peso consapevolmente perché il cibo che ti serve sta tutto nel tuo pugno

Le abbiamo provate tutte: ormai siamo delle vere e proprie esperte in fatto di alimentazione e dimagrimento, ma non sempre scegliamo di seguire diete sane ed equilibrate o di rivolgerci a un nutrizionista.

Più spesso ci lasciamo coinvolgere dalla dieta del momento, anche dai regimi alimentari più bizzarri.

Gli esperti affermano che la mancanza di controllo delle porzioni è uno dei motivi principali per cui molti di noi sono in sovrappeso. E se nel piatto ci troviamo una porzione più grande mangiamo di più a causa della mentalità: non si lascia il cibo nel piatto.

Non contare più le calorie

Alcune persone per perdere peso si basano sul conteggio delle calorie, altri pesano il cibo, altri ancora decidono di eliminare determinati alimenti per non dover più avere a che fare con grammi e calorie.

Alcuni si basano sulla regola del piatto per calcolare l’esatta quantità di cibo da consumare durante i pasti.

Secondo i sostenitori della dieta della mano per misurare il cibo bisognerebbe semplicemente il palmo della mano e le dita come strumento per stabilire l’esatta quantità di alimenti da mangiare.

La giusta quantità di cibo per mantenere il peso e non ingrassare

In realtà, però, la valutazione si può basare sia sulla misura del pugno sia su quella del palmo della mano: se ci pensi la mano è una buona unità di misura, specialmente quando non abbiamo modo di pesare i cibi.

Nella fattispecie pasta, ortaggi, legumi e formaggi si misurano con il pugno, ovviamente in relazione a una singola porzione.

Ad esempio, una porzione di carne non dovrebbe essere più grande del palmo della tua mano – e una porzione di carboidrati – come la pasta – non più grande di un pugno chiuso.

Olio e grassi si misurano in punta di dita

Quando si tratta di burro, la quantità massima che dovresti spalmare su una fetta di pane è della dimensione di una punta del dito.

La British Heart Foundation ha messo a punto uno schema che spiega esattamente come usare mani e dita per calcolare le quantità di cibo

 

 

La stessa BHF ha rilevato che le quantità di cibo vendute nei supermercati sono fuori controllo, siamo al doppio rispetto al 1993.

Il punto è che mangiare tanto cibo oltre a causare obesità, causa anche l’avanzata di malattie cardiache, considerata la prima causa di morte in molti paesi occidentali.

L’attività della Fondazione è rivolta principalmente alla prevenzione delle patologie cardiovascolari causate da un’alimentazione errata poiché troppo ricca di calorie. Quindi la dieta della mano in realtà è un sistema per aiutare ler persone a essere consapevoli di quanto mangiano e di quello che mangiano innanzittutto per conservare la buona salute.

 

Come misurare la quantità di carne, pesce e pizza

Bistecca, pesce, affettati, pizze, frittate invece si misurano sulla mano aperta.

Come calcolare le porzioni giuste di cibo usando le mani

 

Porzioni giornaliere raccomandate
(basato su 1500 kcal per donna, 1800 kcal per uomo)

Gruppo alimentare: frutta e verdura

Donne: 5+ porzioni
Uomini: 5+ porzioni

Gruppo alimentare: patate, pane, riso, pasta e altri carboidrati amidacei

Donne: 7 porzioni
Uomini: 8 porzioni

Gruppo alimentare: fagioli, legumi, pesce, uova, carne e altre proteine

Donne: 2 porzioni
Uomini: 3 porzioni

Gruppo alimentare: prodotti lattiero-caseari e alternative

Donne: 3 porzioni
Uomini: 3 porzioni

Gruppo alimentare: olio e condimenti

Donne: 1 porzione
Uomini: 2 porzioni

Quanti chili si perdono

La perdita di peso è sempre soggettiva  perché chiaramente bisogna tenere conto della risposta del metabolismo e per questo si consiglia di abbinare al nuovo regime alimentare anche una attività fisica moderata come la camminata veloce.

Ma se eviti dolci e cibi ricchi di zucchero, quindi anche i prodotti industriali carichi di conservanti, in media potresti perdere dai 3 ai 4 kg al mese.

LEGGI ANCHE:

Metabolismo basale, ecco come si calcola

Potrebbe interessarti anche