11 Aprile 2016 |

Tintura madre di calendula, tutti gli usi e le proprietà

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Tintura madre di calendula, tutti gli usi e le proprietà di questo fiore dal colore giallo-arancio ricco di sostanze benefiche, che viene impiegato in erboristeria per la preparazione di numerosi rimedi naturali.

La calendula è un fiore di colore giallo ricco di sostanze benefiche che viene impiegato in erboristeria per la preparazione di numerosi rimedi naturali. Tra questi c’è anche la tintura madre di calendula, un estratto liquido composto da alcol e acqua distillata o minerale, che viene ricavato da i fiori di Calendula Officinalis. La tintura madre di calendula è nota  soprattutto per le sue proprietà antispasmodiche e per la sua capacità di calmare il dolore. Viene consigliata, inoltre, in caso di problemi infiammatori dell’apparato digerente che possono riguardare ulcere e coliti. Per infiammazioni delle mucose della bocca, diventa invece una sorta di collutorio: basta infatti diluirla in acqua e vedrete i risultati dopo un paio di risciacqui. Ha inoltre  proprietà sedative che possono essere utili proprio nel caso della gastrite e presenta delle proprietà lenitive e cicatrizzanti. E’ in grado di ridurre edemi e gonfiori ed è anche praticamente è un toccasana durante l’allattamento per il trattamento delle fastidiose ragadi al seno.

Uno degli usi più frequenti della tintura madre di calendula riguarda la regolazione del ciclo mestruale, poichè calma i dolori che accompagnano quei fastidiosi giorni grazie alle sue proprietà estrogeniche ed ormonoregolatrice. Inoltre riesce ad alleviare i gonfiori alle gambe: basta fare degli impacchi con garze precedentemente imbevute di tintura madre di calendula diluita con acqua.

Recenti studi hanno evidenziato che sono soprattutto le infezioni della pelle causate da stafilococchi a reagire bene all’applicazione di preparati a base di questa pianta. La tintura di calendula può essere applicata esternamente per il trattamento di alcune problematiche della pelle come acne, foruncoli, ustioni ed ulcere, e anche infiammazioni localizzate in profondità e ferite risentono dei vantaggi delle tinture a base di calendula. Infine vi consigliamo sempre di consultare prima di ogni possibile applicazione della tintura madre di calendula il vostro farmacista o erborista, per conoscere la corretta modalità di assunzione.