Vasco Rossi in tour sold-out: “La politica italiana? Ci raccontano favole per avere consenso”

di Gaetano Ferraro


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

“Meloni, Berlusconi, Salvini… Sono favole!“, ma ce n’è anche per i comunisti e i Cinque Stelle, anche loro “sono favole”. Vasco Rossi, il rocker di Zocca che è impegnato in un tour da tutto esaurito in giro per l’Italia non le manda a dire ai politici italiani. “Cercano il consenso e si fanno i fatti loro“. E’ un fiume in piena Blasco nazionale, intervistato prima del grande concerto di Bologna. La musica? Per Vasco rossi “È quella che ci parta gioia e può svegliare le nostre coscienze”.

Il concerto di Vasco Rossi: una festa tra rock, ironia e provocazione

Vasco Rossi guardava dritto negli occhi il suo popolo di 40mila fan, accorsi ieri allo Stadio dall’Ara di Bologna, per la prima di quattro tappe sold out del Vascolive2023. Il rocker ha battezzato il live iniziando eccezionalmente con una ballad, “Dillo alla luna” del 1989. L’artista si è rivolto proprio ai giovani: un invito a stare in guardia in un momento difficile. “La voglio in faccia la verità e se sarà dura. La chiamerò sfortuna”, scriveva Vasco nell’89. C’era emozione anche per l’omaggio alle vittime dell’alluvione: “Sono qui per portare gioia. Forza Romagna!”.

L’appello ai giovani ai suoi concerti

Vasco non dimentica i suoi corregionali né i giovani e sulla politica ha da dire: “Meloni, Berlusconi, Salvini… Sono favole!”, parafrasando “T’immagini”. Ce n’è anche per M5S: “Sono favole”. In scaletta “Ogni volta” (da Modena Park 2017), “Domani sì, adesso no” (1985), “Un respiro in più” (da “Siamo qui”). Piccole chicche in 3 ore di show e 26 brani. Il concerto di Vasco va avanti tra maxischermi e una scenografia imponente per una festa tra rock, ironia e provocazione. Oltre 800 concerti, 13 milioni di apettatori e 200 canzoni nella storia della musica italiana.

Le parole dirette di Vasco sulla politica italiana

Nell’intervista a FQMagazine Vasco ha detto: “Guardiamo in faccia la realtà. Oggi si raccontano favole per avere consenso. La verità è che ci sono problemi da risolvere. La musica può portare gioia e svegliare le coscienze. Sono un provocatore: chi capisce bene, chi non capisce si sveglia”. Sulla politica: “Racconta favole. Sento bei discorsi ma poi sono solo parole, niente fatti. Tutti raccontano favole, non so chi salverei. Ascoltavo Pannella, sono radicale. Destra o Sinistra non mi interessano. I politici pensano solo a sé per avere voti e dicono un sacco di str… Siamo piccoli, stiamo in Europa per fortuna. Si parla della grandeur dell’Italia che non vedo. L’Italia non conta niente”. Parole dirette da un artista certamente coraggioso che non si è mai tirato indietro nel dire la sua opinione.

Vascolive2023: il tour sold out del rocker di Zocca che non teme le verità

Dopo la data zero di Rimini e il battesimo a Bologna il 6 giugno, Vascolive2023 prosegue in tour il 7, 11 e 12 giugno sempre allo Stadio Dall’Ara, il 16 e 17 giugno allo Stadio Olimpico di Roma, il 22 e 23 giugno allo Stadio Barbera di Palermo, il 28 e 29 giugno allo Stadio Arechi di Salerno. Esce a luglio “Vivere/To Live”, libro d’arte a tiratura limitata, pubblicato da Galleria Mazzoli nella collana libri di poesia. Nel volume gli estratti dalle canzoni di Vasco e altri testi per la prima volta tradotti in inglese per il mercato americano con i contributi dei poeti Nanni Cagnone e Paul Vangelisti e alcune illustrazioni.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Il 27 maggio del 1999 usciva “50 Special”, il brano d’esordio dei Lùnapop dedicato alla celebre Vespa e scritto da un giovane studente bolognese, Cesare Cremonini. Il singolo, prodotto dalla Universo, una piccola etichetta indipendente romana, diventerà, però, presto un tormentone musicale, cantato e ballato dai giovani ad ogni occasione, segnando così per la band […]

Non si ferma il progetto della label palermitana Southside Records, una realtà che è nata grazie all’intuizione e all’ambizione di alcuni ragazzi palermitani che uniti dalla passione per il rap sono riusciti a unire gli artisti fra i più interessanti della scena musicale del Sud Italia. Il roster dell’etichetta discografica ora può ritenersi al completo […]