26 Febbraio 2020 |

5 modi per sterilizzare il biberon: le alternative all’amuchina

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Vapore, acqua bollente e soluzioni sterilizzanti ma anche luce UV

Il bebè, come si sa, è più vulnerabile ai batteri durante il primo anno della sua vita. Se i biberon non sono sterilizzati, possiamo perciò aumentare i rischi di contagio e di malattie dei nostri piccoli.

Certo, quella di sterilizzare il biberon non deve certo diventare una mania ed è anche necessario che i bambini vengano a contatto con i batteri, con le dovute precauzioni.

Una sterilizzazione alla settimana dovrebbe essere più che sufficiente per impedire di batteri di proliferare. Fanno eccezioni le volte in cui il bambino è malato, si è acquistato un nuovo biberon o si nota un visibile accumulo di sporcizia.

E’ consigliata la sterilizzazione del biberon fino all’età di uno del bambino. Dopo questa età il sistema immunitario del vostro piccolo bambino dovrebbe essersi sviluppato con una tolleranza molto superiore di prima.
Vediamo come sterilizzare il biberon.

Usare lo sterilizzatore elettrico

In questo caso, basterà seguire le istruzioni riportate sull’apparecchio e sterilizzare le varie parti del biberon dopo averlo smontato. Una volta che il processo sarà finito, è necessario assicurarsi che il biberon non venga a contatto con i germi prima dell’utilizzo. Rigirate la tettarella all’interno e tenete gli strumenti sterilizzati nello sterilizzatore finche non sono asciutti. Alcuni sterilizzatori sono in grado anche di deodorare e asciugare i biberon con aria calda.

Sterilizzazione del biberon con il forno microonde

Utilizzando il forno a microonde è possibile disinfettare rapidamente ed efficacemente il biberon del nostro bambino. Ci sono due metodi separati che è possibile utilizzare nel processo di sterilizzazione.

Prima di iniziare, è necessario assicurarsi che il forno a microonde sia pulito.

  • Il primo modo per sterilizzare biberon nel microonde è quello di utilizzare il vapore con uno sterilizzatore progettato appositamente: in un grande contenitore inserite il biberon con l’acqua e fate vaporizzare. Quando il forno a microonde emette un bip, avrà terminato il processo e il biberon sarà perfettamente sterilizzato.
  • Il secondo metodo con il microonde si ottiene riempiendo il biberon con acqua e ponendo lo stesso in posizione verticale all’interno del forno per circa un minuto e mezzo. Per sterilizzare le tettarelle e il ciuccio, basta metterli in una ciotola per microonde riempita con acqua sufficiente a coprire tutto e mettere in forno per circa un minuto e mezzo.

Sterilizzazione del biberon per bollitura

Per bollire il biberon avrete bisogno di una grande pentola con un coperchio. Se possibile, evitate di utilizzare questa stessa padella per qualcosa di diverso dalla sterilizzazione del biberon.

Mettete tutti gli strumenti del biberon in una padella e coprite completamente con l’acqua. Se il vostro biberon galleggia, riempitelo anche all’interno. Prestate particolare attenzione che non vi siano bolle d’aria intrappolate all’interno degli strumenti e che ci sia acqua in ogni interstizio. Se tutto sembra apposto, coprite la pentola e fate bollire il biberon per almeno 10 minuti.

Utilizzare un paio di pinze per estrarre il biberon e le tettarelle dalla padella e metteteli a testa in giù su una griglia.

Sterilizzazione in acqua fredda/Sterilizzazione chimica

E’ possibile sterilizzare i vostri biberon e le tettarelle con acqua di rubinetto e una soluzione sterilizzante.

Basta riempire d’acqua gli strumenti stando attenti a che non si creino sacche d’aria e aggiungere la soluzione sterilizzante seguendo le istruzioni. Potrebbe essere necessario utilizzare un oggetto pesante per mantenere la bottiglia e le altre attrezzature sott’acqua.

Sterilizzare biberon con luce UV

La luce ultravioletta viene utilizzata nella purificazione di acqua per la sua capacità di uccidere i virus, muffe e batteri. Questa tecnica ha iniziato di recente ad essere usata sui prodotti per bambini e sui biberon di ultima generazione.

C’è un però: purtroppo, i dispositivi UV non sono abbastanza grandi per sterilizzare i vari strumenti in un solo colpo ma solo un pezzo alla volta.