Come fare in casa lievito di birra con la ricetta che abbiamo sperimentato per voi

di Tiziana Foglio

Tempi duri per chi vuole fare il pane e la pizza in casa. A causa della pandemia da Coronavirus, infatti, trovare al supermercato il lievito di birra fresco o secco, è diventata quasi un’impresa.

In rete, nei giorni scorsi, ha spopolato una ricetta a base di birra, zucchero e farina per ottenere il lievito, ma si tratta di una bufala bella e buona (si fa per dire!).

A smascherare la ricetta ci ha pensato il chimico Dario Bressanini. Le birre che si trovano in commercio, infatti, sono pastorizzate e questo significa che tutti i batteri presenti al suo interno sono praticamente morti.

Ma cos’è il lievito di birra?

Il lievito di birra per fare pane e pizza è il Saccharomyces cerevisiae e viene ricavato per lo più dalla melassa di barbabietola. Si chiama così perché in passato veniva estratto dai depositi che si formano durante la fermentazione dei mosti di birra.

Appurato che il lievito di birra che acquistiamo al supermercato non contiene la birra (altrimenti anche i celiaci non potrebbero usarlo in sicurezza!)… possiamo procedere alla preparazione del vero lievito di birra home made.

Come preparare il lievito di birra fatto in casa

Per realizzare questa ricetta ti servirà comunque un cubetto di lievito di birra, ma in questo modo otterrai una notevole quantità, che potrai utilizzare per molto, molto tempo.

Ingredienti

  • 1 cubetto di lievito di birra fresco da 25 g o 8 g di lievito di birra secco
  • 25 g di acqua
  • 60 g di farina 00

Preparazione

  1. Sbriciola il lievito in una terrina e aggiungi l’acqua.
  2. Una volta sciolto il lievito, aggiungi la farina e impasta, fino a ottenere un panetto. La consistenza deve essere omogenea.
  3. Conservalo all’interno di una ciotolina coperta con la pellicola alimentare o in un contenitore a chiusura ermetica, all’interno del frigo. Attenzione a non fa entrare aria.
  4. Dopo 24 ore il lievito è utilizzabile seguendo le stesse dosi di sempre. Se una ricetta prevede 10 grammi di lievito quindi, devi usare lo stesso peso.

Il panetto ottenuto è tutto lievito di birra, non deve aumentare di volume. Vedrai che cambierà colore (assumerà il classico colore del cubetto di lievito), ma è normale, è indice dell’attività dei batteri che hanno fermentato in modo corretto. Seguendo questa semplice ricetta, avrai a disposizione un panetto di lievito di birra di circa 100 grammi, quindi 75 grammi in più. Il lievito si conserva da 1 settimana a un massimo 10 giorni.

Se il giorno dopo pensi di utilizzarlo, puoi prelevare dal totale 25 grammi e rifare altro lievito, seguendo lo stesso procedimento. Questo lievito si può conservare anche in congelatore per 3 mesi, una volta trascorse le 24 ore di riposo in frigo. Per utilizzarlo si fa prima scongelare in frigo.

Se non hai disposizione un cubetto di lievito ti suggerisco di preparare il lievito madre, che resta la soluzione perfetta se hai un’intolleranza al lievito.

 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Dicembre è sempre più vicino e una delle domande che più ci si chiede è quali antipasti di Natale si devono preparare per le feste. Non è così difficile come può sembrare: basta scegliere tra carne, pesce o verdure e il gioco è fatto! Scopriamo qualche ricetta. Antipasti di Natale: cocktail di gamberi Un must […]

3 min

Durante questo periodo dell’anno l’ideale è prepararsi delle perfette zuppe autunnali. Si possono preparare anche in anticipo e da riscaldare in un secondo momento. Ecco quali sono le migliori zuppe autunnali! Zuppe autunnali: lenticchie e patate 400 g di lenticchie piccole 2 patate medie 2 carote medie 1 spicchio d’aglio 4 cucchiai di olio extravergine […]

5 min

Dopo averla tanto attesa, Antonino Cannavacciuolo ha conquistato la terza stella Michelin nella Guida 2023 con il suo ristorante Villa Crespi. Scopriamo,  di seguito, la motivazione e cosa ne pensa lo chef patron campano. La motivazione Antonino Cannavacciuolo “ha convinto il team della guida Michelin per la capacità di creare una esperienza, di viaggio, in […]