12 Agosto 2019 |

Torta salata: i 10 errori più comuni da non fare mai se vuoi un risultato perfetto

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
La guida definitiva agli errori da non fare mai per preparare una torta salata perfetta

Scopriamo come cucinare una torta salata perfetta per ottenere un risultato impeccabile.

Gli errori più comuni che si commettono al momento di preparare una torta salata riguardano principalmente l’impasto, la farcitura e la cottura della pasta brisé, pasta frolla salata o pasta sfoglia.

Pronte per prendere nota e mettere in pratica alcuni preziosi consigli per una crostata salata perfetta? Perché questi sono i 10 errori da non fare mai.

1. Sfoglia poco cotta e molle

Il segreto per ottenere impasti perfetti è quello di toglierli dal frigo pochi minuti prima di utilizzarli evitando di lavorarli molto.

Il rischio a farli riscaldare è quello di fargli perdere consistenza e che diventino difficili da stendere e da modellare all’interno della teglia.

Questo importante accorgimento vale per tutti i tipi di impasti, che essi siano di pasta brisè o sfoglia, acquistati già pronti o preparati in casa.

2. Ripieno acquoso

Il ripieno della torta salata deve essere compatto e asciutto per evitare che la pasta si bagni e diventi molle facendo poi fatica a cuocere.

È quindi fondamentale bucherellare il fondo della torta salata con i rebbi di una forchetta e se l’impasto risulta particolarmente bagnato, aggiungere una spolverata di pangrattato sul fondo della pasta per assorbire l’umidità della farcia.

3. La torta salata è senza gusto e sapore

Tra gli ingredienti per la farcitura di una torta salata deve esserci armonia. Di solito è possibile ottenere un buon risultato combinando nel ripieno: formaggio e verdure legati da uova.

Potete unire ingredienti diversi seguendo il vostro gusto personale per ottenere tante varianti saporite stando sempre attenti che il tutto resti armonioso, senza che nessun sapore prevalga sull’altro.

4. Ripieno acquoso

Nelle torte salate non dovete usare verdure crude perché, essendo molto acquose, renderebbero la farcia troppo umida e le farebbero perdere compattezza e consistenza.

Anche alcune verdure cotte rischiano di rilasciare acqua durante la cottura in forno e quindi necessitano di essere ben strizzate e fatte saltare in padella per assorbire il liquido in eccesso.

Ne sono un esempio le zucchine, gli spinaci, le erbette, le coste e il radicchio.

5. Ripieno acquoso 2

Prima di inserire formaggi freschi e a pasta morbida, assicuratevi che siano ben scolati e sgranati così da non fare acqua durante la cottura.

Se per esempio mettete della ricotta, ottimo formaggio per realizzare una torta salata morbida, vi consigliamo di sgocciolarla e setacciarla o lavorarla con una frusta a mano o elettrica.

6. Ripieno troppo solido

Al momento della farcitura, il ripieno della torta salata deve essere freddo, perciò dovete riempire la base della torta solo quando le verdure saranno ben raffreddate.

Questo passaggio è molto importante perché evita che la pasta si inumidisca e si scaldi non facendo cuocere in maniera uniforme la torta salata e rendendola di una consistenza meno croccante.

7. Ripieno che fuoriesce dalla torta salata

Anche l’occhio vuole la sua parte ed è perciò importante realizzare una decorazione dei bordi della torta salata impeccabile che la renda invitante.

Potete creare tipi di decori diversi a seconda dell’effetto che preferite. Ad esempio, potete decorare la quiche a penna tenendo i bordi della pasta più alti rispetto alle pareti dello stampo e fare dei taglietti di circa 1 cm in obliquo con l’aiuto di una forbice tutto attorno alla pasta.

In alternativa potete anche decorare la torta salata a smerlo tondo adagiando la pasta nello stampo da crostata già sagomato, tagliando il bordo a filo delle pareti della teglia e premendo appena nella scanaltura con le dita.

8. Torta salata molle o bruciata

Le torte salate vanno sempre cotte in forno tradizionale, meglio se non ventilato e ben caldo, facendo raggiungere la temperatura al forno prima che la torta venga inserita.

È fondamentale posizionare la torta salata su carta da forno per evitare che la pasta si incolli alla teglia rompendosi.

Cercate di sistemare la torta salata sul ripiano più basso del forno così da renderla più croccante e di prevedere una cottura doppia, che scaldi uniformemente sia la parte superiore che inferiore della quiche.

9. Torta salata cruda

Per essere più tranquilli che la torta salata venga cotta in maniera uniforme, potete fare una precottura della quiche ancora senza farcia, detta anche cottura in bianco del guscio di pasta della torta salata vuoto, magari adagiando sul fondo dei legumi secchi che tengano la pasta ben aderente al fondo impedendole di rompersi e favorendo la scomparsa dell’umidità in eccesso.

10. Torta salata troppo friabile

Una volta cotta, togliete la torta salata dal forno e lasciatela riposare per qualche minuto a temperatura ambiente prima di servirla.

Questo tempo è necessario per far compattare la base e per rendere più equilibrati i diversi sapori che compongono la farcitura. In base agli ingredienti utilizzati, stabilite voi se preferite servirla calda o tiepida.

Leggi anche:

Claudia Scorza