14 dicembre 2017 |

Pasta kataifi fatta in casa, la ricetta e il procedimento

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Pasta kataifi fatta in casa: ecco la ricetta e il procedimento per realizzarla! Originaria delle isole greche e del medio oriente, la pasta kataifi è ottima per preparazioni dolci e salate, come ad esempio involtini, torte salate ripiene, fagottini, strudel, millefoglie. Solitamente, infatti, è la base con la quale si impacchettano dei ripieni che cuociono al suo interno come, ad esempio, i classici involtini primavera cinesi. Ma scopriamo insieme la ricetta per farla facilmente in casa!

La pasta kataifi è una pasta davvero semplicissima da fare in casa. Si tratta di una pasta dalla sfoglia molto sottile che si presta a diverse preparazioni culinarie. Gli ingredienti per farla in casa sono davvero pochissimi (acqua, farina, sale e olio) e il procedimento per realizzarla è piuttosto semplice. La ricetta che vi proponiamo è quella base: la pasta fillo si può conservare in frigorifero arrotolata e avvolta tra due fogli di carta forno o, in alternativa, congelarla. Oltre a risultare sottilissima e friabile, una volta cotta al forno o fritta la pasta fillo risulterà estremamente croccante.

Ingredienti:
• 200gr di farina di tipo 0
• pizzico di sale
• 10 ml di olio di extravergine
• 100gr acqua

Preparazione:
Il segreto della buona riuscita della pasta fillo o kataifi è tutto nella lavorazione e nella stesura della sfoglia: più la sfoglia risulterà sottile, più sarà croccante e friabile a fine cottura. Per realizzare la pasta fillo mettete in una terrina o in un’impastatrice la farina, il sale, l’olio extravergine d’oliva e l’acqua, in modo da rendere l’impasto morbido. Dopo aver fatto riposare l’impasto al fresco per mezzora, dividetelo in quattro o cinque pezzi più piccoli e cominciate a stendere la pasta fino ad ottenere un velo di sfoglia finissima. Se la possedete, potete anche aiutarvi con una macchina per tirare la pasta fresca oppure con un mattarello.

Abbiate sempre cura di spolverare la pasta con la farina prima di sottoporla a stesura. Ungete, quindi, ogni sfoglia di pasta con l’olio aiutandovi con le mani o un pennello. Una volta che avrete ottenuto quattro o cinque sfoglie di pasta sottile, sovrapponetele con cura una sull’altra. A questo punto, stendete ulteriormente la sfoglia col mattarello. La pasta fillo è, a questo punto, pronta per essere utilizzata. Qualora vogliate conservarla in frigo, posizionate la pasta fillo tra due fogli di carta da forno e avvolgetela con cura, proprio come quella da acquistare.

Leggi anche:
10 modi per usare la pasta fillo
Pasta kataifi, tante ricette da provare

Potrebbe interessarti anche