24 Giugno 2016 |

Come si prepara una marinata: i consigli per carne, pesce e verdure

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Come si prepara una marinata: ecco i consigli per carne, pesce e verdure! La marinatura è utile in cucina per insaporire o cuocere gli alimenti. Questa tecnica consiste nell’immersione del cibo crudo in un liquido acido (ad esempio aceto o succo di limone). Tuttavia, molto spesso si usa insaporire questo liquido acido con olii, spezie, aromi e erbe aromatiche. Ma quali sono i segreti per fare una marinatura perfetta? Scopriteli di seguito!

Le marinate possono essere fatte in modo diverso a seconda dell’alimento che si va a cucinare e preparare. Fare una marinatura è comunque una cosa molto semplice, ma scoprite i consigli per marinare la carne, il pesce e le verdure!


Marinata per le verdure

La marinatura è indicata per tutte le verdure che si possono ridurre in fette sottili: zucca, melanzane, peperoni, zucchine, carote, pomodori ecc… Per preparare ottime verdure marinate preferite l’aceto e lasciate in infusione per un’ora circa. Potete anche grigliare le verdure e poi immergerle in olio e limone (o anche olio e aceto), aggiungendo le spezie e le erbe aromatiche che preferite (peperoncino, aglio, prezzemolo, origano, timo, rosmarino, sale, cipolla, salvia, cumino, semi di finocchio, mentuccia, maggiorana ecc…). Una volta preparata la marinata di verdure coprite il tutto (anche con la pellicola trasparente) e lasciate riposare un po’ in frigorifero. Ricordatevi che dovete lasciar marinare le verdure in un contenitore in vetro, in ceramica o in porcellana (evitate invece quelli in plastica o metallo).

Marinatura per il pesce

Potete preparare ottime marinature di pesce fresco (filetti di salmone, pesce spada, alici, carpacci, gamberi rossi). Ricordatevi però di marinare il pesce a seconda che si tratti di carpacci, tartare, pesci crudi, pesci alla griglia o al forno. Per fare la marinatura, lasciate il pesce in infusione nel succo di agrumi che preferite (limone, arancia, pompelmo, succo di mandarino), dopodichè scolate il pesce e conditelo con olio, sale, pepe (va bene anche quello in grani nero, verde o rosa) e erbe aromatiche. Tuttavia, potete optare anche per una marinatura fatta con limone e aceto o anche solo all’aceto, ma in quest’ultimo caso dovete lasciare il tutto a marinare per al massimo trenta minuti altrimenti. Ancora, potete marinare il pesce fresco anche con una salsa allo yogurt preparata con succo di limone, pepe e altre spezie.

Come marinare la carne

La carne può essere marinata prima della cottura (agnello, capretto, bistecca, arrosti) ma volendo potete preparare anche degli ottimi carpacci di manzo. La marinatura per la carne prevede in genere l’utilizzo di un liquido acido (come per esempio vino rosso o bianco, limone, aceto o birra) che rende più morbida la selvaggina. Ovviamente, per insaporire la carne si usano anche le verdure (cipolle, carote, sedano, aglio), le erbe aromatiche (timo, alloro, rosmarino), le spezie (pepe, sale, chiodi di garofano, bacche di ginepro) o le salse (di soia, barbecue). In alternativa, potete optare per una miscela di acqua (o vino) ed aceto, aggiungendo spezie/erbe e lasciando marinare il tutto per qualche ora. In ogni caso, abbiate cura di scolare la carne dopo la marinatura a crudo.

Leggi anche:
Ricette per un barbecue estivo con gli amici
Come cuocere alla brace, tecniche e trucchi

Carmela Giglio

Potrebbe interessarti anche