Suocere invadenti, i consigli per gestirle senza stress

di Claudia Scorza


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

I rapporti famigliari non sono sempre facili e quello con la suocera, in particolare, può essere più complicato del previsto. Sarà che siamo prevenute perché è opinione diffusa che peggio della suocera non c’è nulla, ma alle volte gestire il rapporto con la suocera diventa una vera corsa ad ostacoli, con tanto di infortuni.

Certo, non per tutte sarà così, ma scommettiamo che la maggior parte di voi ha avuto qualche motivo per scontrarsi con la mamma del marito in più di un’occasione. Abbiamo indovinato? Bene, allora è giunto il momento di scoprire i consigli per gestire senza stress le suocere invadenti, facendo tornare una perfetta armonia familiare.

Per prima cosa cercate di farle capire in modo educato che sta esagerando e che si sta comportando come la classica suocera che la nuora non sopporta. Ovviamente non potete esplicitarle il vostro pensiero, però dovete trovare un modo per dirle velatamente che così non va bene e che la vostra pazienza ha un limite.

Se, ad esempio, non perde occasione per riprendervi su tutto quello che fate, tendetele un tranello facendole qualche domanda sulla sua suocera e sul loro rapporto per vedere se si lascerà andare a critiche, elencando una serie di comportamenti intollerabili e che, ironia della sorte, sono molto simili a quelli che lei sta adottando con voi. Chissà, magari si renderà conto da sola che si sta comportando esattamente come lei!

Una delle situazioni più fastidiose è quando la suocera interviene sull’educazione dei nipoti mettendo il becco sui vostri metodi e principi educativi. Non reagite in malo modo attaccandola, ma limitatevi a ricordarle che anche l’essere nonna è un percorso graduale e che, come voi state imparando ad essere genitori, così lei dovrà imparare a fare la nonna, capendo il suo ruolo e i limiti che esso impone.

Cercate, inoltre, di chiarire ogni accaduto poco chiaro che potrebbe dare adito a ripercussioni sul rapporto nonna-nipoti o suocera-marito e quindi mamma-figlio, evitando di incrinare le vostre relazioni passando anche per chi è dalla parte del torto. Inoltre, cercate di sbrigarvi le faccende interpersonali tra di voi, senza coinvolgere vostro marito, che odierà trovarsi nella spiacevole situazione di dover prendere le parti della moglie o della mamma. Siamo donne e per questo coraggiose: affrontiamo i conflitti direttamente tra di noi!

Quando poi ci troviamo a quattrocchi durante il chiarimento con la suocera cerchiamo di iniziare il discorso mettendo sempre “io” in primo piano e non “tu”, evitando così di farla sentire sbagliata e sotto accusa. Infatti, se lo scopo della chiacchierata è arrivare a un punto di incontro che riporti il sereno, non sarà proprio il caso di utilizzare un tono accusatorio. Proviamo a sottolineare quello che abbiamo detto o fatto noi, esponendo i nostri dubbi per chiedere una semplice spiegazione.

Se, poi, siete nella condizione di dover gestire il rapporto con una suocera durante un divorzio o dopo una separazione dal figlio, le cose saranno ancora più complesse. Tenete presente che anche per le suocere è difficile accettare questo cambiamento e ciò potrebbe renderle ancora più pesanti o spiacevoli. Niente panico, però! Ricordatevi che la mamma del vostro ex marito è e resterà sempre la nonna dei vostri bambini, che hanno tutto il diritto di vivere nel modo più sereno possibile i legami affettivi, già messi a dura prova dalla separazione, con tutti i familiari che hanno intorno. Un bel respiro e anche le suocere più invadenti saranno sistemate!

Leggi anche:

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Ogni relazione, indipendentemente da quale tipologia abbia, è destinata ad avere degli alti e bassi, inclusi conflitti e litigi. Delle volte questi possono essere causati da questioni banali, come ad esempio la scelta del ristorante dove andare a mangiare, mentre altre volte possono essere dovuti a problemi più seri come la mancanza di comunicazione o […]