Che cos’è la colestasi: cause, sintomi e cura

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

La colestasi è una condizione medica caratterizzata da una riduzione o interruzione del flusso della bile dal fegato all’intestino tenue. La bile è un liquido prodotto dal fegato, essenziale per la digestione dei grassi e l’eliminazione di alcune sostanze di scarto dal corpo.

Quando il flusso della bile è compromesso, possono insorgere vari problemi di salute, influenzando la digestione e causando accumulo di sostanze tossiche nel fegato.

Cause della colestasi: i fattori scatenanti

Le cause della colestasi possono essere molteplici e variano da ostruzioni meccaniche a disturbi metabolici. Tra le principali cause troviamo:

Ostruzioni Meccaniche

Le ostruzioni meccaniche, come calcoli biliari, tumori o cicatrici, possono bloccare i dotti biliari, impedendo alla bile di fluire correttamente. Queste ostruzioni sono spesso visibili tramite tecniche di imaging come l’ecografia o la risonanza magnetica.

Disturbi epatocellulari

Le malattie che colpiscono le cellule del fegato, come l’epatite, la cirrosi o le malattie autoimmuni epatiche, possono anche causare colestasi. In questi casi, il problema risiede nella capacità del fegato di produrre e rilasciare bile.

Farmaci e tossine

Alcuni farmaci e tossine possono interferire con la produzione e il flusso della bile. Antibiotici, contraccettivi orali e steroidi anabolizzanti sono noti per avere effetti colestatici. Anche l’esposizione a certe sostanze chimiche o droghe può danneggiare il fegato e i dotti biliari.

Colestasi Gravidica

Una forma specifica di colestasi è quella gravidica, che si verifica durante la gravidanza. Questo disturbo è legato ai cambiamenti ormonali e può avere conseguenze sia per la madre che per il feto, necessitando di un monitoraggio medico attento.

I sintomi della colestasi: i segnali da non ignorare

I sintomi della colestasi possono variare a seconda della gravità e della causa sottostante. I segnali più comuni includono:

Prurito Intenso

Uno dei sintomi più caratteristici della colestasi è il prurito intenso, spesso descritto come insopportabile. Questo sintomo può essere generalizzato o localizzato e tende a peggiorare durante la notte.

Ittero

L’ittero, caratterizzato da una colorazione gialla della pelle e degli occhi, è un altro sintomo comune della colestasi. Questo si verifica a causa dell’accumulo di bilirubina, un pigmento giallo che normalmente viene eliminato attraverso la bile.

Feci Chiare e Urine Scure

La colestasi può alterare il colore delle feci, rendendole più chiare, e delle urine, rendendole più scure. Questi cambiamenti sono dovuti all’impossibilità della bile di raggiungere l’intestino, dove normalmente contribuisce alla digestione e al colore delle feci.

Dolore Addominale

Il dolore addominale, soprattutto nella parte superiore destra dell’addome, è un sintomo comune nei casi di colestasi ostruttiva. Questo dolore può essere intermittente o costante e può essere accompagnato da nausea e vomito.

Affaticamento e Debolezza

L’accumulo di sostanze tossiche nel corpo e la compromissione della digestione dei grassi possono portare a un senso generale di affaticamento e debolezza. Questo sintomo può influenzare significativamente la qualità della vita dei pazienti.

Diagnosi della Colestasi: approcci clinici e strumentali

La diagnosi della colestasi richiede un’accurata valutazione clinica e l’uso di vari test diagnostici per identificare la causa sottostante. I principali metodi diagnostici includono:

Esame fisico e anamnesi

Un esame fisico approfondito e una dettagliata anamnesi medica sono essenziali per identificare i sintomi e le possibili cause della colestasi. Il medico potrebbe chiedere informazioni su precedenti episodi di ittero, uso di farmaci, storia familiare di malattie epatiche e sintomi associati.

Esami del Sangue

Gli esami del sangue sono fondamentali per valutare la funzionalità epatica e i livelli di bilirubina, fosfatasi alcalina e transaminasi. Valori anomali di questi indicatori possono suggerire un problema colestatico.

Tecniche di Imaging

Le tecniche di imaging come l’ecografia, la risonanza magnetica (RM) e la tomografia computerizzata (TC) sono utilizzate per visualizzare i dotti biliari e identificare eventuali ostruzioni o anomalie strutturali.

Biopsia Epatica

In alcuni casi, può essere necessaria una biopsia epatica per ottenere campioni di tessuto del fegato da esaminare al microscopio. Questo esame può aiutare a identificare malattie epatocellulari o altre condizioni sottostanti.

Trattamento della colestasi: opzioni terapeutiche

Il trattamento della colestasi dipende dalla causa sottostante e può includere una combinazione di approcci farmacologici e chirurgici.

Terapia farmacologica

I farmaci sono spesso utilizzati per gestire i sintomi della colestasi e trattare la causa sottostante. Ad esempio, l’acido ursodesossicolico può migliorare il flusso biliare e ridurre il prurito. Altri farmaci possono essere prescritti per trattare specifiche condizioni epatiche o per alleviare il prurito.

Interventi chirurgici

Quando la colestasi è causata da ostruzioni meccaniche, come calcoli biliari o tumori, può essere necessario un intervento chirurgico per rimuovere l’ostruzione. Procedure come la colecistectomia (rimozione della cistifellea) o la rimozione di tumori possono ripristinare il normale flusso biliare.

Cambiamenti nello stile di vita

Alcuni cambiamenti nello stile di vita possono aiutare a gestire i sintomi della colestasi. Una dieta povera di grassi può ridurre il carico sul fegato e migliorare i sintomi digestivi. Inoltre, evitare l’alcol e altri farmaci tossici per il fegato è cruciale per prevenire ulteriori danni.

Trattamento della colestasi gravidica

Nel caso della colestasi gravidica, il trattamento può includere l’uso di farmaci per ridurre il prurito e monitorare attentamente la salute del feto. In alcuni casi, può essere necessario indurre il parto prima del termine per prevenire complicazioni.

Il monitoraggio regolare e la gestione tempestiva dei sintomi sono fondamentali per prevenire complicazioni gravi associate alla colestasi. Seguire le indicazioni mediche, sottoporsi a controlli regolari e adottare uno stile di vita sano possono contribuire significativamente al miglioramento della qualità della vita dei pazienti affetti da questa condizione.

Foto da Depositphotos.com

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

I sogni sono affascinanti finestre aperte sulla nostra psiche, capaci di rivelare emozioni, paure e desideri nascosti. Tra i sogni più comuni e inquietanti c’è quello di perdere i capelli. Questo tipo di sogno può generare ansia e preoccupazione, spingendoci a chiederci cosa possa significare. L’interpretazione dei sogni è un campo complesso e variegato, che […]

L’intelligenza artificiale pian piano è entrata in ogni aspetto della nostra vita quotidiana. Tra i settori in cui può essere impiegata c’è, per esempio, quello della salute mentale. Negli ultimi tempi si sono diffusi dei chatbot dedicati al sostegno psicologico. Questo genere di chatbot può costituire una preziosa risorsa aiutando chi soffre di problemi di […]