Otoplastica: quando serve la correzione chirurgica delle orecchie a sventola

di cinziaR


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Dott.sa che cos’è l’otoplastica e quando è necessaria?

L’intervento di otoplastica serve per correggere le deformità relative alle orecchie, per creare un aspetto armonioso nel modo più naturale possibile. Che siano poco o molto accentuate, infatti, le orecchie a sventola possono creare dei problemi nell’immagine di se stessi e una disarmonia nel proprio volto. Naturalmente, ricorrere o meno all’operazione delle orecchie a sventola, dipende da come ognuno si percepisce e da quanto questo “difetto” rappresenti un problema. C’è chi ne fa un vezzo e chi non lo accetta.

E’ importante lavorare per una correzione che regali al paziente una maggiore serenità legata al proprio aspetto fisico, permettendogli di portare i capelli corti ed evitare acconciature che camuffino o che nascondano forzatamente parti del viso.

Otoplastica monolaterale, si può?

L’intervento di otoplastica può interessare uno o entrambe le orecchie e servirà per correggere una o entrambe le orecchie prominenti, difetti congeniti o post-traumatici, correzione di lobi dismorfici e bifidi. La durata dell’intervento è di circa 60 – 90 minuti. Avviene tutto in anestesia locale o generale.

Si può fare l’otoplastica dei bambini? Come avviene l’operazione delle orecchie a sventola?

L’età minima per sottoporsi all’intervento di otoplastica è 5 anni, perché occorre che la cartilagine dell’orecchio sia completamente formata e solida. La precocità dell’intervento, in questi casi, dipende assolutamente da quanto la situazione clinica disturba il piccolo paziente ed i genitori.

L’intervento generalmente viene condotto in regime di Day Hospital ed al termine per il primo giorno, il paziente deve indossare una medicazione a turbante, nelle successive 2 settimane dovrà vestire una semplice fascia elastica.

Il ritorno a scuola, al lavoro ed alle normali attività sociali potrà avvenire dopo 1 settimana, mentre per le attività sportive dopo 3-6 settimane.

E veramente così importante il post operatorio dell’intervento di otoplastica?

Per quanto riguarda gli effetti collaterali dell’intervento di otoplastica, sono generalmente l’edema dell’area trattata e le ecchimosi.

E’, invece, importante è segnalare l’assunzione anche saltuaria di farmaci, in particolar modo di antiaggreganti (es. Aspirina, FANS…) e, naturalmente, eventuali allergie a farmaci.

Serve la fascia elastica per le orecchie a sventola?

  • Si richiede di rispettare successivamente alla chirurgia qualche giorno di riposo, di evitare manipolazione delle aree operate ed evitare sforzi o attività che aumentino la pressione sanguigna o la vasodilatazione locale.
  • Si chiede di vestire una fascia elastica per le 2 successive settimane all’operazione
  • Si consiglia di evitare l’esposizione alla luce solare.

Per saperne di più, puoi contattare la Dott.ssa Lia Lavagno

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

La maggior parte delle donne ha a cuore la bellezza della pelle, sempre a caccia di prodotti efficaci per mantenerla sana e luminosa e alla ricerca di una perfetta beauty routine. Tra i numerosi ingredienti che promettono risultati sorprendenti, c’è la niacinamide, nota anche come vitamina B3, che ha guadagnato un posto di rilievo nel […]

I fermenti lattici sono ceppi batterici coinvolti nella metabolizzazione del lattosio, un carboidratomolto comune presente in molti cibi, in particolare nel latte, nei latticini e nei formaggi, ma nonsolo. Essi agiscono scomponendo una molecola di lattosio in due molecole di acido piruvico che poisi trasformerà in acido lattico. Per quanto vi siano molti batteri che […]

Una protezione solare efficace permette di usufruire di tutti i benefici del sole, di divertirsi in spiaggia e di godersi le vacanze estive in tutta tranquillità, senza preoccuparsi degli spiacevoli effetti dei raggi UV.  È noto come un’esposizione eccessiva ai raggi del sole senza una protezione adeguata, possa danneggiare i tessuti epidermici, provocando fastidiose scottature, […]