Maestra d’asilo maltratta bimba di 3 anni, “non voleva fare il riposino”

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Un’insegnante di 46 anni, che lavorava in un asilo privato nella zona della Valbisagno, a Genova, è sotto indagine per abuso di mezzi di educazione, violenza privata e minacce.

La Procura sostiene che la donna abbia maltrattato una bambina di quasi tre anni, ‘rea’ di piangere e rifiutarsi di fare il riposino.

Una collega, dopo aver segnalato l’episodio alla direzione scolastica e successivamente alla polizia, ha denunciato l’accaduto.

L’evento si è verificato a febbraio. In seguito, la direzione ha licenziato l’insegnante che potrà chiedere il reintegro se il caso verrà archiviato. La collega ha riferito agli investigatori che l’insegnante, quel giorno incaricata di gestire due classi, avrebbe perso la pazienza con la piccola che continuava a piangere, minacciandola di rinchiuderla in uno sgabuzzino e costringendola a restare nel lettino.

La maestra, assistita dall’avvocato Barbara Barbanera, ha ricevuto l’avviso di conclusioni indagini dal pubblico ministero Alberto Landolfi e nei prossimi giorni si farà interrogare per spiegare la sua versione dei fatti.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Il 23 giugno si celebra la Giornata Internazionale delle Vedove, un’occasione per riflettere sulla condizione spesso difficile di queste donne e per ribadire l’importanza di tutelare i loro diritti. Istituita dalle Nazioni Unite nel 2010, questa giornata mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle discriminazioni e le violenze che molte vedove subiscono in diverse parti del […]