La Notte Rosa, deputata FdI attacca Cecchetto: cos’è successo?

di Romina Ferrante


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Non si placano le polemiche per lo slogan scelto da Claudio Cecchetto per la futura manifestazione “Notte Rosa – Pink Fluid”, il “capodanno dell’estate italiana”, che si svolgerà nella riviera romagnola dal 7 al 9 luglio 2023.

Il termine “fluid”, accostato all’evento, non è proprio piaciuto alla deputata di Fratelli d’Italia Beatriz Colombo, che ha rivolto un duro attacco contro l’imprenditore veneto.

“Usate risorse pubbliche non per amministrare, ma per indottrinare”

“Ciò che è nato per non discriminare sta diventando discriminante al contrario, come se tutto ciò che si indentifica in “non fluido” debba essere messo alla gogna e tacciato di bigottismo”.

Queste le accorate parole della deputata di FdI, eletta a Riccione lo scorso 25 settembre, che ha mosso più di una critica contro lo slogan scelto e l’eccessivo compenso percepito dal talent scout veneto, diventato di recente consulente di Visit Romagna, l’ente che gestisce la promozione turistica delle province di Rimini, Forlì-Cesena, Ravenna e Ferrara e organizzatore dell’evento.

Vengono utilizzate risorse pubbliche non per amministrare, ma per indottrinare, nella fattispecie la bellezza di 40mila euro, l’equivalente del compenso di Cecchetto” – ha commentato Beatriz Colombo.

Il claim scelto? “Non è una questione di genere, ma una questione di libertà”

Cecchetto, ex candidato sindaco a Misano e Riccione, ed ex consigliere comunale del comune rivierasco, incarico lasciato per ricoprire il ruolo di ambassador di Visit Romagna, ha così replicato alle accuse della deputata di Fratelli d’Italia.

“Noto che qualche deputato si è alzato la mattina felice di trovare una scusa, un argomento per parlare e attaccarmi liberamente senza cognizione di causa. Consiglio a certi deputati di cominciare a lavorare per il bene comune. Ovvero il bene dell’Italia. In particolare, spero che inizino a spendersi per rendere questo paese culturalmente all’altezza dell’Europa” – ha risposto duro Cecchetto.

Mercoledì 12 aprile Claudio Cecchetto e il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad, presidente di Visit Romagna, avevano presentato al pubblico lo slogan “Pink Fluid”, scelto per la kermesse, giunta ormai alla diciottesima edizione e che sarà una grande festa collettiva che tingerà di rosa castelli, borghi piazze, monumenti stabilimenti balneari con tanta musica, installazioni artistiche, spettacoli e fuochi d’artificio.

La scelta del claim “Pink Fluid”, che richiama il nome della celebre band “Pink Floyd”, è stata fatta per dare l’idea di un evento aperto all’insegna della condivisione e dell’inclusività, “un’onda fluida e onnicomprensiva, senza distinzione di età, generi, gusti e interessi” per festeggiare i 18 anni della manifestazione – ha sottolineato Cecchetto. “Non è quindi una questione di genere, ma una questione di libertà. Libertà di essere chi desideriamo essere e di sentirci rappresentati, accolti e desiderati in questa grande terra dell’ospitalità a 360 gradi che è appunto la Romagna”.

La risposta della deputata Colombo non si è fatta attendere: “La famosa accoglienza romagnola – ha dichiarato – non diventi la scusa per essere tramutata in facili slogan per cavalcare la moda del momento. Claudio Cecchetto ha scoperto l’acqua calda: cioè che la Romagna è terra di accoglienza e di ospitalità”.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria