I primi giorni di un cucciolo a casa: cosa fare?

di Alice Marchese

I primi giorni di un cucciolo a casa sono estremamente emozionanti e rappresentano una vera e propria rivoluzione della vostra routine. Seguendo dei consigli riuscirete a prepararvi all’arrivo di un cucciolo.

Come prepararsi per l’arrivo di un cucciolo

Dovete tenere in considerazione che la vostra vita verrà rivoluzionata. Dunque è opportuno organizzarvi per bene e capire dove dormirà, dove farà i tuoi bisogni, e dove e cosa mangerà.

Leggi anche: Come educare un cane adulto

Stabilite un calendario sanitario

Il piano di salute di un cucciolo inizia scegliendo un veterinario per curarlo quando necessario. Questo deve essere uno dei primi step da seguire affinché viva in salute.
Sceglitene un altro che abbia un servizio di emergenza, in caso di incidente e tenete i loro telefoni e i loro dati sempre a portata di mano. Parlate con il veterinario quando il cucciolo entra in casa o poco prima del suo arrivo, in modo da stabilire assieme il programma di vaccinazione e la registrazione dell’animale.

Fase di sviluppo e socializzazione

Socializzazione e sviluppo sono due fasi importantissime per il cucciolo. Dunque dovete portarlo a conoscere il mondo che lo circonda senza sovrastimolarlo, pertanto non bisogna esagerare.

Ci sono tre regole da tenere a mente:

  1. I nuovi stimoli devono essere inseriti gradualmente e con la giusta intensità. Ad esempio, la musica ad alto volume: iniziate con un volume basso di una canzone dolce e aumentate di intensità poco a poco.
  2. Dare al cane la possibilità di allontanarsi se non gli piace una determinata situazione.
  3. Non abbiate fretta di proporre sempre nuovi stimoli: siate pazienti e lasciate che l’animale si adatti con calma, rispettando i suoi tempi.

I primi giorni di un cucciolo a casa: non siate severi

A volte si pensa erroneamente che un cucciolo abbia bisogno di regole più severe soprattutto i primi tempi. In realtà non è così perché anche in questo caso hanno bisogno di tempo. Spesso nei primi giorni ci si concentra maggiormente sugli obblighi e sui doveri, ma è opportuno essere un po’ più flessibili.  Quando un cucciolo è così piccolo, è più importante che si senta al sicuro e amato. In un secondo momento potete concentrarvi sul corretto comportamento che il vostro cucciolo dovrebbe adottare.

Leggi anche: Come aiutare il proprio cane a essere più sicuro?

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Dottor Leo è il Golden retriever americano amato da tutti, soprattutto dai bambini e dai nonni di Treviso e provincia. Ha un dono incredibile: è un terapeuta naturale, nato per aiutare chi ne ha bisogno. Così lo definisce il suo proprietario, Alberto Condutti alla Tribuna di Treviso: «È un cane unico per la sua versatilità […]

2 min

In Finlandia più precisamente nell’Università di Helsinki è stata realizzata una classifica di cani più intelligenti. Da tenere in considerazione che il carattere dei cani non ha nulla a che fare con la razza. L’istituzione finlandese ha valutato mille esemplari con dieci diversi test di abilità, stilando la classifica dei più “prestanti” i cui risultati […]

2 min

Il contagio emotivo è un fenomeno estremamente comune, ma al tempo stesso speciale che si crea tra un cane e l’umano. Si tratta di una sorta di filo rosso per cui le emozioni di entrambi sono inevitabilmente connesse ed è la forma di empatia più dolce che ci sia. Quando ci si sente tristi, spesso […]

2 min

Si dice che i gatti sviluppino una paura incontrollata nei confronti dell’acqua, ma è realmente così? Ci sono gatti che amano l’acqua e sanno perfettamente nuotare, così come ci sono quelli che la odiano. Ma addirittura ci sono felini che sono stranamente attratti dall’acqua purché il getto sia leggero. Scopriamo insieme perché esiste questa convinzione! […]