Due giocatori dell’Inghilterra adottano Dave, il gatto randagio del Qatar

di Alice Marchese

Una storia con un meraviglioso lieto fine ha visto protagonista un gatto randagio di nome Dave. Come sappiamo la Coppa del mondo di calcio non sta “tornando a casa” come avrebbero voluto i tifosi dell’Inghilterra. Durante gli Europei vinti dall’Italia era stato coniato lo slogan “It’s coming home” (appunto “sta tornando a casa”, riferimento al fatto che il calcio moderno è stato inventato in Inghilterra). In Qatar la nazionale allenata da Gareth Southgate ha infatti perso ai quarti di finale contro la Francia. Ma anche se non si tratta del premio, qualcosa sta facendo ritorno ed è proprio un gatto randagio del Qatar.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da England football team (@england)

Chi è Dave, il gatto randagio del Qatar

Due giocatori inglesi torneranno a casa con Dave, un gatto randagio che sarà adottato da Kyle Walker e John Stones, due calciatori del Manchester City. Per accertarsi dello stato di salute del cucciolo, è stato portato a una clinica veterinaria per le vaccinazioni e i controlli del caso. Ovviamente è opportuno trascorrere dei mesi in casa prima di riunirsi ai suoi nuovi proprietari. Si sono conosciuti durante le sue numerose scorribande nel ritiro della nazionale, sin dal primo giorno. Non tutti i calciatori impazzivano per lui, ma per Walker e Stones è stato amore a prima vista. L’hanno preso in simpatia e l’hanno sempre accolto volentieri a tavola. “Tutte le sere era lì ad aspettare del cibo”, ha raccontato Stones.

Leggi anche: Come educare il gatto a stare in casa

Come il felino

Il calciatore ha anche riferito che Dave ha bisticciato con un altro gatto prima del quarto di finale Inghilterra-Francia “ma sta bene”. Per lui i Mondiali del Qatar si sono chiusi molto meglio che per i giocatori che l’hanno adottato.

Pian piano è diventato la mascotte della squadra, anche se non tutti lo hanno visto di buon grado – Saka ad esempio a quanto dicono i suoi compagni  che aveva molta paura di quel tenero gattino: “Saltava ogni volta che lo vedeva”. Ma i due giocatori del City lo hanno adottato, come aveva confermato agli account della FA Walker: “Era lì tutto solo e lo abbiamo subito adottato, io e Stonesy (nomignolo di Stones)”.

Leggi anche: Destinato all’eutanasia, il cane cieco Beau torna a casa

 

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Dottor Leo è il Golden retriever americano amato da tutti, soprattutto dai bambini e dai nonni di Treviso e provincia. Ha un dono incredibile: è un terapeuta naturale, nato per aiutare chi ne ha bisogno. Così lo definisce il suo proprietario, Alberto Condutti alla Tribuna di Treviso: «È un cane unico per la sua versatilità […]

2 min

In Finlandia più precisamente nell’Università di Helsinki è stata realizzata una classifica di cani più intelligenti. Da tenere in considerazione che il carattere dei cani non ha nulla a che fare con la razza. L’istituzione finlandese ha valutato mille esemplari con dieci diversi test di abilità, stilando la classifica dei più “prestanti” i cui risultati […]

2 min

Il contagio emotivo è un fenomeno estremamente comune, ma al tempo stesso speciale che si crea tra un cane e l’umano. Si tratta di una sorta di filo rosso per cui le emozioni di entrambi sono inevitabilmente connesse ed è la forma di empatia più dolce che ci sia. Quando ci si sente tristi, spesso […]

2 min

Si dice che i gatti sviluppino una paura incontrollata nei confronti dell’acqua, ma è realmente così? Ci sono gatti che amano l’acqua e sanno perfettamente nuotare, così come ci sono quelli che la odiano. Ma addirittura ci sono felini che sono stranamente attratti dall’acqua purché il getto sia leggero. Scopriamo insieme perché esiste questa convinzione! […]