Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

I viaggi in treno in Italia e nel mondo da fare almeno una volta nella vita [FOTO]

Società - 4 maggio 2018 Vedi anche: Viaggi e Vacanze

Il viaggio in treno è una di quelle esperienze che va gustata paesaggio dopo paesaggio, cullati dal dondolio dei vagoni che corrono sui binari.

Se poi si tratta delle linee ferroviarie più belle al mondo non sarà solo un percorso, ma una meravigliosa avventura alla scoperta di luoghi mai esplorati da questa prospettiva. Ecco i viaggi in treno in Italia e nel mondo da fare almeno una volta nella vita per vivere emozioni uniche e indimenticabili.

Viaggi in treno in Italia

Venice Simplon Orient Express

Il Venice Simplon Orient Express è uno dei viaggi in treno di lusso più belli in assoluto. È proprio quello celebrato da Agatha Christie e immortalato da numerosi registi: il viaggio in treno sull’Orient Express è in assoluto il più glamour del vecchio continente. La partenza è da Venezia a bordo di vagoni dall’atmosfera Art déco e l’arrivo è nella splendida Londra o nell’affascinante Budapest passando per Parigi o Vienna attraverso incredibili paesaggi, città storiche, villaggi, pianure e laghi di montagna.

Sulmona-Isernia

Detta anche la “Transiberiana d’Italia”, il viaggio in treno Sulmona-Isernia vi porta fino a 1260 m di altezza sul livello del mare, per gustare a pieno i paesaggi del Parco Nazionale della Majella e quelli dell’Alto Molise. Avrete anche la possibilità di viaggiare sui treni storici in legno che, dalla primavera all’autunno, fanno tappa nei borghi antichi per visitarli e provare altre attività, come il trekking e le degustazioni. È perfetto per chi ama scoprire il proprio territorio e ammirare la natura in tutta la sua bellezza.

Trieste Opicina

La linea Trieste Opicina è davvero unica nel suo genere: si tratta di un tram ibrido, metà a trazione elettrica e metà con sistema funicolare, che merita di essere menzionato a pieno titolo tra i viaggi in treno più belli da fare in Italia. Di piccole dimensioni – massimo due carrozze -  il tram di Opicina sale lentamente e con una forte inclinazione dal centro di Trieste, in Piazza Oberdan e arriva fino a Villa Opicina, quartiere cittadino da cui partono i treni per la Slovenia. Il percorso all’inizio costeggia le case di Trieste, poi abbandona la città e si immerge nella vegetazione circostante lasciando spazio a qualche scorcio di mare. Vi consigliamo di approfittare della breve sosta alla fermata Faro per fare delle fotografie al golfo di Trieste da una posizione davvero speciale.

Viaggi in treno in Europa

Fort William-Mallaig in Scozia

Tra i viaggi in treno in Europa da non perdere troviamo sicuramente il treno a vapore di Harry Potter. Tutti i fan del mago più amato da adulti e bambini potranno provare l’emozione di salire sul treno che lui e i suoi amici prendono per andare a Hogwarts. Bellissimi i paesaggi, ma chi lo sceglie lo fa soprattutto per la sua passione per i libri di J. K. Rowling.

Bernina Express in Svizzera

Il Bernina Express in Svizzera è il famoso treno rosso panoramico conosciuto in tutto il mondo. Parte da Chur, la città svizzera più antica che dista circa 100 chilometri da Zurigo, e si snoda tra le vette alpine e i ghiacciai, da nord a sud del Paese, percorrendo 55 gallerie e 196 tra ponti e valichi che superano le cime più mozzafiato delle Alpi. Il tragitto è così bello che l’Unesco l’ha inserito nel Patrimonio mondiale dell’Umanità. Dai finestrini si riescono ad ammirare il maestoso paesaggio montuoso, i laghetti ghiacciati, le cittadelle medievali e le abbazie immerse nella natura, magari anche sotto una coltre di neve immacolata.

Transcantábrico in Spagna

Il viaggio in treno sul Transcantábrico in Spagna consente a soli 28 passeggeri alla volta di viaggiare a bordo delle quattordici suite disponibili, dall’atmosfera unica ed elegante, che attraversa i paesaggi della Spagna settentrionale. Il treno di lusso, infatti, viaggia lungo le coste cantabriche della Penisola iberica, seguendo due itinerari: da San Sebastián e da León fino a Santiago de Compostela, con fermate nelle località spagnole più conosciute del nord e con visite guidate alle principali città. Il viaggio dura da 2 a 7 notti e raggiunge anche gli angoli meno conosciuti della Spagna, che uniscono le regioni dei Paesi Baschi, della Galizia e di Castiglia e León.

Viaggi in treno nel mondo

Treno Crucero in Ecuador

Il viaggio sul treno Crucero in Ecuador è un’esperienza unica perché si tratta di un convoglio spettacolare, un vero e  proprio prodigio dell’ingegneria che, dal 1873, compie un tragitto quasi verticale di 41 chilometri sulla ripida collina di Nariz del Diablo fino alla costa. È soprannominato “il treno difficile” proprio per la complessità del percorso che parte dalle montagne andine di Quito per arrivare al mare di Durán dopo quattro giorni di viaggio. Costituito da quattro vagoni color rosso fuoco e dalle linee vintage, regala uno dei viaggi in treno panoramici più spettacolari: 14 vulcani, le Ande innevate e le esotiche coste del Paese equatoriale. Durante le fermate c’è la possibilità di fare escursioni organizzate con guide che parlano spagnolo e inglese.

Chicago-San Francisco negli Stati Uniti

Il viaggio in treno da Chicago a San Francisco negli Stati Uniti è l’esperienza perfetta per chi ha sempre voluto vivere un’avventura on the road sullo stile di Kerouac e della beat generation. Cambia il mezzo di trasporto, ma lo spirito di libertà e ribellione rimane molto simile. Con una durata di 55 ore, sarà un modo per esplorare gli Stati Uniti in modo completamente diverso, all’insegna della “lentezza”.

La Transiberiana

La linea Transiberiana in Russia è uno dei viaggi in treno imperdibili che percorre la strada ferrata più lunga del mondo. Con partenza dalla stazione Yaroslavsky di Mosca, arriva a Vladivostok, al confine con Cina e Corea del Nord, percorrendo quasi diecimila chilometri. Si tratta del viaggio in treno più famoso del mondo, molto lungo e piuttosto caro, che può essere percorso per intero o solo in parte. Il treno attraversa parte dell’Europa orientale e il grande continente asiatico, effettuando quasi mille fermate e passando per gli Urali, la Siberia, il lago Bajkal, la Mongolia e la Manciuria. Sei fusi orari, paesaggi vasti e sempre diversi e un pezzo di storia che affonda le sue radici nell’epoca zarina di Alessandro III e del figlio Nicola II. Dal 1916 unisce città, paesi e culture molto diverse tra loro.

Leggi anche:

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA