Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Encefalite giapponese: quali sono i sintomi e cosa c'è da sapere sul vaccino

Salute - 25 gennaio 2018

Tutto quello che dovreste sapere sull’encefalite giapponese, sui sintomi e sul vaccino per combattere la malattia. Vi basti sapere che si tratta di una malattia con una sintomatologia molto grave che può essere causa di morte.

Ne avrete sicuramente sentito parlare, ma forse non sapete ancora tutto sull’encefalite giapponese, una malattia infettiva che è causa di sintomi molto gravi e che deve essere curata con una certa tempestività. E’ una patologia che viene trasmessa all’uomo attraverso la puntura di una zanzara, non è un caso che in Asia sia una malattia molto diffusa soprattutto durante la stagione delle piogge. Dunque ecco tutto quello che c’è da sapere sull’encefalite giapponese, sui sintomi e sul vaccino per prevenirla.

Sintomi dell’encefalite giapponese

Si tratta di un’infiammazione che colpisce una zona specifica del cervello e che ogni anno colpisce circa 50mila persone nel mondo, con un tasso di mortalità del 10%. Il problema di questa infezione è che praticamente è asintomatica, almeno in una fase iniziale, soltanto dopo si presentano i sintomi che assomigliano a quelli classici dell’influenza, quindi febbre e cefalea, a cui si aggiungono convulsioni, disturbi neurologi e nei casi più gravi anche il coma. Il periodo di incubazione può variare da 5 a 15 giorni circa.

Trasmissione dell’encefalite giapponese

L’encefalite giapponese si trasmette solo da zanzara a uomo e non da uomo a uomo. Il virus può colpire chiunque, ma a quanto pare i bambini sono più esposti al contagio. Purtroppo non esiste una cura specifica per questa malattia, più che altro vengono curati i sintomi.

Il vaccino contro l’encefalite giapponese

L’unico modo per combattere attivamente questa malattia è il vaccino per prevenire l’encefalite giapponese, che non presenta particolari controindicazioni e che spesso viene consigliato anche ai turisti che si recano nelle zone ad alto tasso di diffusione, quindi in alcune parti del Giappone e anche dell’India. Per prevenire il contatto con gli insetti che possono trasmettere la malattia a chi va in vacanza o per lavoro nelle zone in cui il virus è molto diffuso viene consigliato di indossare abiti di colore chiaro a maniche lunghe e di applicare di frequente repellenti per insetti.

LEGGI ANCHE:

Tutto quello che c’è da sapere sulla meningite: contagio, sintomi e profilassi

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA