Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Cos'è l'amla? Ecco proprietà, usi e controindicazioni di questa pianta

Salute - 9 gennaio 2018

Conosciamo proprietà, usi e controindicazioni dell'amla una pianta preziosa, alleata di salute e bellezza e della quale non si butta via nulla!

L’amla, il cui nome scientifico è Phyllanthus Emblica, è forse più conosciuta come alma o con il nome “da bancarella” che è uva spina indiana. Il suo aspetto, in effetti, è proprio simile a quello dell’uva!

La pianta dell’amla è un albero considerato sacro nella tradizione del Buddhismo Theravada ed utilizzata dalla medicina indiana Ayurveda per le sue proprietà benefiche. Si dice inoltre che di questa pianta non si butti via niente e che di essa vengano usate le foglie, le radici, la frutta, i semi, cortecce e fiori.

La parte dell’amla buona da mangiare consiste nel suo frutto, un acino succoso verde chiaro, ma più grande della comune uva da tavola e dal gusto dolciastro. L’amla si può acquistare nei negozietti di articoli e verdura esotica oppure sotto forma di succo concentrato di uva spina indiana.

Proprietà, usi e controindicazioni dell’amla

Le proprietà dell’amla sono così note e apprezzate che da questa pianta si ricavano anche gli integratori di amla. In seguito a numerosi studi immunologici, infatti, si è appurato che l’amla, grazie alla sua quantità di vitamina C, è ideale come rinforzo naturale contro virus e batteri alla base di malattie infiammatorie e degenerative. Tra le sue proprietà ci sono:

  • Proprietà antivirali, antibiotiche e antimicotiche
  • Proprietà diuretiche
  • Proprietà afrodisiache
  • Proprietà anti-aging
  • Proprietà curative per le ulcere gastriche
  • Proprietà curative per i capelli

In medicina, l’amla e i suoi derivati vengono usati soprattutto nella cura di malattie da raffreddamento, tosse e sindromi influenzali. In particolare, contro il mal di gola si consigliano 2 cucchiaini di polvere di amla uniti a 2 cucchiaini di miele, da assumere 3-4 volte al giorno.

L’alma, poi, è una pianta nota anche nella cosmetica, dove viene usata in polvere o in olio soprattutto per la cura dei capelli. Essa, in particolare, stimola la crescita del capello, lo fortifica e ne previene la caduta, combatte la forfora, rallenta la comparsa dei capelli bianchi e contrasta le doppie punte. Applicando dell’olio di amla su tutta la lunghezza dei capelli dopo il lavaggio, esso lucida, rinforza e rende brillante tutta la chioma.

Controindicazioni dell’amla

Per quanto riguarda le controindicazioni dell’amla, bisogna ricordare solo che questa pianta è un potetene diuretico e che, pertanto, un’assunzione eccessiva di amla può causare ipotensione. Inoltre è sempre consigliabile assicurarsi della qualità degli integratori a base di amla, cercando di acquistare prodotti di sicura provenienza e con un’origine controllata.

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA