Non perdere le ultime novità di Donnaclick! Iscriviti alla newsletter

Piccole e belle: ecco le star più basse di Hollywood [FOTO]

Gossip - 5 maggio 2015 Vedi anche: Star Senza Trucco

C'è una nuova moda nello star system: quella delle donne piccole e belle. Ecco le star più basse di Hollywood. Nomi che non avremmo mai immaginato, ma anche "petite woman" di fama internazionale come, ad esempio, la bellissima Kylie Minogue, meglio conosciuta come bomba sexy in miniatura. Formose ma anche esili, l'importante, a quanto pare è che siano basse, o come si direbbe nello slang di Hollywood, delle small-woman.

Donne belle ma in miniatura. Piccoli concentrati di sensualità. Bon-bon di fascino… e chi più ne ha più ne metta, per definire quelle che ad Hollywood ormai si sono conquistata la fama di essere piccole e belle, ovvero le star più basse e sensuali.

Ma basta essere piccole e carine per essere celebrity degne di questo nome?

Non si direbbe. Le star di cui parliamo, infatti, sono perfettamente proporzionate, a volte bombe sexy, e soprattutto super-curate, dalla testa ai piedi, anche se in questo caso la strada non è molto lunga!

E’, ad esempio, il caso della prorompente Kim Kardashian che ha delle forme da urlo, a parte due occhi e labbra mozzafiato. Comunque la nostra Kim è alta 159 cm e pesa 55kg, tutti quasi perfettamente distribuiti su un corpo da urlo.

Ma non soltanto le donne basse e formose sono di moda. Piacciono moltissimo anche le piccole ed esili come bamboline di porcellana. E’ il caso di Natalie Portman che è magra (52 kg), tornita e alta poco più di 160 cm.

Idem per la quasi 40enne Audrey Tatou e per le sue connazionali, Marion Cotillard e Vanessa Paradis.

Ovviamente non mancano all’appello, la cantante Shakira, anche lei sotto i 160 cm, il cantante Prince, Mila Kunis, Avril Lavigne, Winona Ryder, Scarlett Johansson, Gwen Stefani e tante altre.

Ma come mai le donne basse sono tornate di moda, verrebbe da chiedersi?

La colpa è degli uomini, quelli famosi s’intende, che da qualche tempo a questa parte prediligono unioni con le più piccoline, peperine e talentuose.

E se la colpa è loro, il merito, è invece delle donne stesse che, al di là della loro bassa statura , si sono fatte valere spesso per qualità come la voce, il talento, la simpatia, sfatando il mito che “l’altezza è mezza bellezza” e che perciò le basse dovevano restare in panchina.

Insomma, una rivincita delle piccoline?

Forse. E se va a braccetto con quella parallela delle donne formose e curvy, è probabile che questa volta i canoni di bellezza cambino davvero, portando in passerella, accanto alle sempre bellissime top-model, le mini-modelle, magari formose e chissà anche con un po’ di cellulite…

Articolo scritto da: Cinzia Rampino

MOSTRA COMMENTI

COMMENTA