Caso Amadeus, lo sfogo di Sabrina Ferilli: “Persone usate come caramelle”

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Il ‘caso Amadeus‘ sta tenendo banco. Anche (e soprattutto) dopo l’indiscrezione diffusa dal Corriere della Sera, secondo cui il conduttore avrebbe deciso di abbandonare la RAI perché sotto pressione.

L’ormai ex direttore artistico del Festival di Sanremo, infatti, avrebbe dovuto “includere Povia tra i big del Festival, poi il dover invitare come ospite Hoara Borselli, l’accettare come co-direttore artistico Mogol e infine un pranzo insieme a Pino Insegno“.

Di conseguenza, Amades avrebbe detto no al rinnovo contrattuale, accettando l’offerta di Nove, dove c’è già il collega Fabio Fazio.

Ebbene, tra i commentatori VIP di questa vicenda c’è anche l’attrice Sabrina Ferilli che, su Instagram, in una Storia, ha scritto: “premettendo che non conosco queste persone personalmente, ma so chi sono e sicuramente sono professionisti che da anni fanno il loro mestiere, il modo con il quale si sputtani la gente mi fa schifo. La superficialità di questi tempi dove le persone vengono usate come carta da caramelle mi fa schifo”.

Da ricordare, infine, che la RAI ha diffuso questo comunicato stampa: In merito alle numerose ricostruzioni apparse in questi giorni sui media e relative all’eventualita’ della conclusione del rapporto tra il servizio pubblico e Amadeus, Rai ribadisce che si tratta di interpretazioni dei fatti tanto false quanto dannose per l’azienda. Ricostruzioni che appaiono tanto più fantasiose quando fanno riferimento a presunte pressioni che Rai avrebbe esercitato nei confronti di Amadeus che invece – come da lui stesso più volte ripetuto anche durante l’ultimo Festival di Sanremo – ha sempre goduto, nelle proprie scelte, della massima autonomia e libertà, che gli sono state riconosciute e garantite dalla Rai stessa, in nome della stima e della profonda fiducia, assolutamente mai venute meno”.

Dal diretto interessato, però, solo silenzio. Almeno per ora.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria