A Wembley, riscaldamento sulle note di “A far l’amore comincia tu”

di Alice Marchese


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Riscaldamento senza precedenti a Wembley. La Nazionale italiana celebra la regina e icona Raffaella Carrà e durante il riscaldamento hanno omaggiato la showgirl italiana sulle note di “A far l’amore comincia tu”.

“A far l’amore comincia tu”

Prima di Italia-Spagna, semifinale di Euro 2020, gli Azzurri si sono riscaldati sull’erba di Wembley sulle note di “A far l’amore comincia tu”. Ci ha lasciato la meravigliosa ed inimitabile Raffa a 78 anni per un male incurabile.

In giornata la Figc aveva chiesto e ottenuto dalla Uefa di inserire nella playlist utilizzata per il riscaldamento prima della semifinale “A far l’amore comincia tu”, una delle sue canzoni più amate e ballate da tante generazioni e che ha acceso l’entusiasmo tra i tifosi italiani sugli spalti di Wembley.

Le parole di Gabriele Gravina

Lo ha detto il presidente della Figc Gabriele Gravina.”La scomparsa di un’icona come Raffaella Carrà, donna innovativa e artista straordinaria, ha colpito tutti. Prima di Italia-Spagna, la sua partita, vogliamo ricordarla con allegria, ascoltando insieme la sua musica carica di energia”.

Mancini: “Ma che musica maestro”

Dopo la semifinale vinta dall’Italia sulla Spagna, il ct Roberto Mancini ha festeggiato la vittoria omaggiando Raffaella Carrà con un “Ma che musica maestro” sui social, ricordando una dei ritornelli simbolo dell’artista.

Quando sarà il funerale

Giovedi 8 luglio la camera ardente sarà aperta dalle ore 08.00 alle 12.00 e poi dalle ore 18.00 a mezzanotte. Venerdì, alle ore 12, si terrà la funzione funebre presso la chiesa di Santa Maria in Ara Coeli, sempre su Piazza del Campidoglio.

La malattia di Raffaella Carrà

Il messaggio mandato dal suo storico compagno, Sergio Japino: “Raffaella Carrà è morta per una malattia che da qualche tempo aveva attaccato quel suo corpo così minuto eppure così pieno di straripante energia”. La malattia di Raffaella Carrà non è stata resa nota ufficialmente ma si parla di un devastante tumore al polmone.

Tutta l’Italia e non si unisce al dolore. Se n’è andata una donna di cui tutti avevamo bisogno e che ha scritto la storia. Da sempre paladina della libertà, dei diritti LGBTQ, dell’amore bellissimo in totale serenità perché “non c’è odio non c’è guerra quando a letto l’amore c’è”.

 

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

I Campionati Mondiali di calcio femminile si avvicinano: il prossimo 20 luglio verrà fischiato il calcio d’inizio della partita inaugurale tra Australia (una delle nazioni ospitanti insieme alla Nuova Zelanda) e l’Irlanda. Trentadue squadre provenienti da tutto il mondo si sfideranno per contendersi il prestigioso titolo, che sarà assegnato il 20 agosto 2023. Una Coppa […]