Quale frutta mangiare se hai il diabete?

di Manuela Zanni


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Per chi ama la frutta, rinunciarvi a causa del diabete è un grande sacrificio anche perché, al contempo, rinuncia anche a tanti nutrienti e vitamine in essa contenuti. Pertanto,  pianificando  l’alimentazione, tenendo conto di alcune restrizioni dietetiche per gestire bene la condizione ed evitare le fluttuazioni estreme dei livelli di zucchero nel sangue, si può consumare anche la frutta, vediamo quale.

Chi ha il diabete può mangiare la frutta?

L’idea, però, che le persone con il diabete non possano godere dei frutti perché contengono zucchero non è esatta. Infatti, mentre il succo di frutta, la frutta secca, la gelatina di frutta e altri prodotti a base di zucchero possono causare un aumento dei livelli di glucosio nel sangue, mangiare frutta fresca e bacche non solo è sicuro (se consumate con moderazione) ma anche benefico per i diabetici. La frutta  sono ricchi di fibre, vitamine e minerali essenziali, rendendoli una parte importante della dieta. Quello che bisogna considerare è l’indice glicemico (IG): questo numero misura la velocità con cui diversi alimenti provocano l’aumento dei livelli di zucchero nel sangue.

Quali frutti si possono mangiare in caso di diabete?

dieta fruttariana

dieta fruttariana

La maggior parte dei frutti e delle bacche hanno un basso indice glicemico, il che significa che si possono inserire nella dieta in caso di diabete. Ecco una lista di quelli che si possono mangiare:

  •  FRUTTI DI BOSCO
    Sono ricchi di fibre, antiossidanti e vitamine e la maggior parte di essi ha un basso indice glicemico. Se hai il diabete, puoi goderti fragole, mirtilli, more e altri frutti di bosco senza preoccuparti. Angurie e meloni sono anche classificati come bacche e sono a basso contenuto di carboidrati.
  • CILIEGIE ACIDE
    Le ciliegie acide hanno anche un IG basso e sono ricche di antiossidanti. Quest’ultimo può aiutare a ridurre l’infiammazione così da prevenire malattie cardiache e altri problemi di salute.
  •  PESCHE
    Le pesche sono piene di vitamine A e C, potassio e fibre, che le rendono un’ottima aggiunta all’alimentazione.
  • ALBICOCCHE
    Le albicocche sono ricche di vitamina A e fibre. Sono ottimi da sole ma possono anche aggiungere sapore allo yogurt e alla macedonia.
  • MELE
    Le mele contengono fibre e vitamina C e le bucce di mela sono ricche di antiossidanti. Non soltanto sono utili per i diabetici ma possono anche aiutare a ridurre il rischio della malattia nelle persone che non ne sono colpite.
  • PERE
    Oltre ad essere ricche di fibre, le pere sono anche ad alto contenuto di vitamina K.
  • ARANCE
    Le arance sono note perché contengono un alto contenuto di vitamina C, nonché folato e potassio (utile per la pressione sanguigna).
  • KIWI
    Potrebbero non sembrare molto attraenti dall’esterno ma nascondono un gusto interessante, fibra, potassio e vitamina C.

Verdura, legumi e frutta adatti ai diabetici

Un consumo regolare di frutta fresca sembra associarsi a una minore incidenza della malattia e a una riduzione del rischio di sviluppare complicanze vascolari.
Le fibre contenute in frutta, verdura e legumi, inoltre, possono aiutare a tenere sotto controllo il livello di zuccheri nel sangue, perché, rallentandone l’assorbimento, attenuano l’aumento della glicemia dopo i pasti.

Frutta e verdura

  • Da preferire: Ortaggi sia freschi che congelati (in particolare piselli, fagioli, ceci, lenticchie), minestrone alcuni tipi di frutta fresca (mele, pere, nespole, fragole, albicocche, arance, pesche, lamponi).
  • Da assumere con moderazione: Alcuni tipi di frutta fresca (banane, cachi, uva, fichi), patate.
  • Da evitare o da assumere solo occasionalmente: Frutta secca, frutta sciroppata, purè di patate.

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Soprattutto con l’avanzare dell’età, l’osteoporosi è una malattia che può presentarsi frequentemente: assottiglia la struttura interna delle ossa tanto che basta anche una piccola caduta o urto contro per causare una frattura. Questo può accadere in qualsiasi punto dello scheletro, ma sono soprattutto le fratture del polso, dell’anca e della colonna vertebrale a presentarsi con […]

Il problema dello smog sta diventando sempre più drammatico con sforamenti continui dei livelli consentiti di Pm10 e Pm2,5 nelle principali città italiane. A rischio non c’è solo l’ambiente, ma anche la nostra stessa salute. Ecco perché è importante seguire una serie di buone pratiche che possono aiutare a tutelarsi e ridurre l’esposizione al pericoloso […]

Oggi c’è una nuova speranza per i giovani affetti dalla malattia di Crohn. Una dieta mirata potrebbe, infatti, portare alla remissione della patologia infiammatoria dell’intestino tenue e del colon, anche nei casi più gravi. La sperimentazione, condotta dal reparto di gastroenterologia pediatrica dell’Azienda ospedaliero universitaria Meyer Irccs di Firenze ha ottenuto risultati sorprendenti, aprendo la […]

A Firenze si sono registrati 11 casi di persone risultate positive al vaiolo delle scimmie, dopo una serata trascorsa in discoteca. Secondo le dichiarazioni di Renzo Berti, direttore del dipartimento di prevenzione dell‘Asl Toscana centro, riportate dall’ANSA, si tratta di uomini giovani, eccezion fatta per una persona di mezza età. L’infezione sarebbe stata causata con […]