Nuoto per dimagrire? Lo sport più adatto per bruciare grassi in inverno

di francesca


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Le feste natalizie sono ormai finite e come spesso accade ad inizio anno ci si trova a fare i conti con la propria forma fisica e con i chili di troppo accumulati nelle feste a suon di panettone e cotechino. Spesso come buon proposito dell’anno nuovo ci si impone di iniziare un’attività fisica. Noi vi consigliamo di provare il nuoto, uno sport completo che aiuta a perdere peso e a bruciare i grassi.

Il nuoto aiuta a dimagrire soprattutto in inverno, perché oltre ai suoi normali benefici dovuti al fatto che si tratta di un’attività che migliora sia la resistenza che la forza muscolare, nella stagione più fredda sfrutta anche il principio dell’escursione termica. Diciamolo: entrare nell’acqua della piscina in inverno non è proprio piacevole! La differenza di temperatura fra il nostro corpo (fino a poco prima avvolto in un caldo maglione di lana) e l’acqua, di primo acchito è davvero traumatico, ma è proprio uno dei meccanismi grazie al quale il nuoto aiuta a dimagrire.

Questa differenza di temperatura, infatti, non solo vi stimola ad iniziare subito l’allenamento per scaldarvi ma, a livello biologico, dà una spinta alle vostre cellule aumentandone il metabolismo ed aiutandole a bruciare i grassi in eccesso.

Altro vantaggio del nuoto è che aiuta il nostro corpo a bruciare calorie non solo durante la fase dell’allenamento ma anche nel periodo successivo, grazie ad un aumento naturale del metabolismo basale. Se volete dimagrire quindi non pensateci due volte e andate a chiedere informazioni in una piscina! Tra l’altro il nuoto ha molti altri benefici come ad esempio:

  • è un ottimo allenamento per il sistema cardiovascolare, se praticato con regolarità aiuta a diminuire la frequenza cardiaca a riposo e ad abbassare la pressione sanguigna;
  • coinvolge praticamente tutti i muscoli del corpo, quindi è un esercizio completo che aiuta a rassodare e tonificare non solo gambe e glutei ma anche braccia e addominali.;
  • aiuta a migliorare la flessibilità di muscoli e articolazioni ed è un toccasana per chi soffre di mal di schiena.

Ma ricordate: per sfruttare a pieno i vantaggi del nuoto, dovrete allenarvi almeno 3 volte a settimana e se il vostro scopo è dimagrire non potete prescindere dal seguire un’alimentazione sana, corretta, varia e soprattutto ipocalorica. Insomma per perdere peso non basta praticare uno sport ma serve anche mettersi a dieta!

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Il problema dello smog sta diventando sempre più drammatico con sforamenti continui dei livelli consentiti di Pm10 e Pm2,5 nelle principali città italiane. A rischio non c’è solo l’ambiente, ma anche la nostra stessa salute. Ecco perché è importante seguire una serie di buone pratiche che possono aiutare a tutelarsi e ridurre l’esposizione al pericoloso […]

Oggi c’è una nuova speranza per i giovani affetti dalla malattia di Crohn. Una dieta mirata potrebbe, infatti, portare alla remissione della patologia infiammatoria dell’intestino tenue e del colon, anche nei casi più gravi. La sperimentazione, condotta dal reparto di gastroenterologia pediatrica dell’Azienda ospedaliero universitaria Meyer Irccs di Firenze ha ottenuto risultati sorprendenti, aprendo la […]

A Firenze si sono registrati 11 casi di persone risultate positive al vaiolo delle scimmie, dopo una serata trascorsa in discoteca. Secondo le dichiarazioni di Renzo Berti, direttore del dipartimento di prevenzione dell‘Asl Toscana centro, riportate dall’ANSA, si tratta di uomini giovani, eccezion fatta per una persona di mezza età. L’infezione sarebbe stata causata con […]

La recente lettera della Società psicoanalitica italiana inviata al Ministro della Salute Orazio Schillaci, in cui si esprimeva una certa preoccupazione riguardo all’uso di farmaci per la disforia di genere in adolescenza, ha scatenato un acceso dibattito sui giornali. L’argomento in realtà non è nuovo, già nel 2018 se ne era parlato con riferimento al […]