Vegetariani VS Onnivori: la verità sui rischi della dieta Vegan e vegetariana

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Oggigiorno c’è molta confusione e disinformazione intorno al discorso alimentazione, in particolar modo per decidere la dieta più giusta per il corpo umano.


Un’alimentazione sana può regalarci longevità e proteggerci contro la maggior parte delle malattie oltre a curarci da molte di esse.

Vantaggi della dieta vegana e vegetariana

  • E’ stato dimostrato da numerose ricerche scientifiche, che la dieta vegana/vegetariana ha dei vantaggi rispetto ad una dieta ricca di proteine di origine animale in particolar modo nella prevenzione e nella cura di malattie degenerative.
  • Ormai è praticamente ovvio che la carne rossa non sarebbe, teoricamente, destinata all’uomo perché difficilmente digeribile dato che la natura non ci ha dato un apparato digerente adatto; per questo, quando esageriamo, si verificano problemi di salute come cancro, malattie cardiovascolari, etc.
  • La carne rossa contiene prodotti di scarto che non sono stati eliminati dagli animali oltre ad ormoni e liquidi tossici che vengono rilasciasti nel sangue e nei tessuti al momento della morte dell’animale. La vita cellulare, infatti, continua anche dopo la sua morte nei tessuti in decomposizione con la produzione di materiali di scarto; oltre a questo abbiamo tossine liposolubili che vengono accumulate nel tessuto adiposo dell’animale (più l’animale è grasso più aumenta la pericolosità per il nostro organismo e per la nostra salute).

Svantaggi della dieta Vegana e vegetariana

  • La dieta vegetariana / vegana però, oltre ai tanti vantaggi per la nostra salute, presenta un grave svantaggio che preoccupa molto la comunità scientifica ovvero la carenza di vitamina B12, una vitamina idrosolubile del gruppo B che si trova nei prodotti di origine animale e la cui carenza causa anemia megaloblastica e disturbi del sistema nervoso, verificati sia negli adulti che nei bambini.
  • Secondo una recente ricerca scientifica, condotta nell’ospedale “Memorial Hospital of Children” tanti bambini di mamme vegane sono stati riportati in ospedale con problemi neurologici dovuti alla carenza di vitamina B12 perché le mamme non davano nessun tipo di prodotto di origine animale ai loro bimbi.
  • A questo punto è ovvio che abbiamo bisogno di un punto di equilibrio. Ma come possiamo trovarlo?
  • L’alimentazione ideale è quella ricca di nutrienti, derivati per la maggior parte da frutta, verdura, cereali, semi, oli vegetali e legumi.
    La nostra alimentazione non deve contenere zucchero raffinato (deve essere sostituito dallo zucchero di canna), farina tipo 00 (da sostituire con farina di farro che, oltre alle sue proprietà nutritive contiene pochissimo glutine e per questo non crea infiammazioni che sono la causa di malattie croniche), cibo in scatola, conservanti, salse pronte, succhi di frutta del supermercato, additivi, sale, frutta e verdura con fitofarmaci (sempre meglio scegliere, se possibile, prodotti di origine biologica).
  • Dobbiamo, inoltre, tenere sotto controllo l’assunzione delle proteine di origine animale (facilmente digeribili) che ci possono fornire sia  vitamina B12  che ferro e grassi essenziali come omega 3 ed omega 6.
  • Per questo esiste un’unica fonte proteica così completa: il pesce. Senza di esso nessuna alimentazione potrà mai essere considerata completa al 100% per l’uomo. Il pesce, ed in generale tutti i prodotti ittici, contengono vitamina B12 e sono ricchissimi di ferro, proteine ad alto valore biologico, colesterolo buono, e grassi essenziali che, insieme alle sue proprietà nutrizionali, ci aiutano a proteggerci da malattie cardiovascolari e dal cancro.

In generale dovremmo ascoltare il nostro corpo e le sue esigenze scegliendo il cibo più adatto al nostro apparato digerente. Una digestione veloce e senza problemi indica un corpo che riesce a trovare la giusta mediazione tra i ritmi imposti dall’esterno e i ritmi della natura mentre una digestione lenta indica sempre che c’è qualcosa fuori posto.

Per concludere cercate di essere il più vicino possibile alla natura e rispettate sempre le sue regole, in questo modo otterrete sempre un’ottima salute sia fisica che psichica.

Dott.ssa Maria Papavasileiou
Dietista– Nutrizionista
Skype: dieta.milano
Linkedin: ch.linkedin.com/pub/maria-papavasileiou/33/88a/a55
Facebook: www.facebook.com/dietapersonalizzata
Web: www.dieta-personalizzata.it
Mail: info@dieta-personalizzata.it

Potrebbe interessarti anche