Alimentazione in gravidanza: sicura di sapere tutto?

di cinziaR


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

L‘alimentazione in gravidanza è davvero importante sia per la salute della mamma sia per quella del feto.

Nel periodo gravido si deve dare più attenzione alla qualità che alla quantità del cibo ingerito. Il detto “Sono incinta quindi devo mangiare per due” è completamente falso oltre che troppo pericoloso perchè il cibo eccessivo può causare disturbi gravissimi come la preeclampsia (la malattia ipertensiva della gravidanza) e il diabete gestazionale che mette in pericolo sia la vita della mamma che quella del feto.

Sono stati documentati tantissimi casi di mamme che hanno avuto il diabete gestazionale e subito dopo il parto è stato necessario trasferire il neonato nel reparto di terapia intensiva dove è rimasto per oltre 2 mesi. Inoltre, in caso di preeclampsia, è in pericolo anche la vita della mamma che può cadere in coma (eclampsia) e può causare, quindi, un aborto spontaneo. Tutti questi disturbi sono pericolosi e derivano dalla predisposizione genetica dell’individuo ma anche da una alimentazione in gravidanza inappropriata che può far aumentare il peso oltre i livelli normali causando o peggiorando questi disturbi. Queste sono le conseguenze per chi mangia “per due” durante la gravidanza!

Il peso ideale per le donne incinta

Il peso durante la gravidanza aumenta da 8 a 10 kg, non più di questo!

Questo aumento è dovuto a:

  • Bambino che pesa da 2,500 kg a 3,500 kg
  • Placenta che pesa circa 0,700 kg
  • Aumento degli strati muscolari dell’utero circa 0,900 kg
  • Aumento dell volume del sangue 1,200 kg
  • Aumento del volume del seno 0,400 kg
  • Accumulazione di grassi 4 kg che servono per l’energia di cui la donna ha bisogno durante il periodo del allattamento.

 

L’alimentazione in gravidanza ideale 

La dieta ideale è ricca di tutti i nutrienti essenziali per lo sviluppo di tutti i funzionamenti organici della mamma e del feto. Questi sono il ferro, per l’aumento di volume del sangue della mamma e per la creazione del sistema ematopoietico del feto, il calcio per la creazione del sistema scheletrico e altri come il magnesio, il fosforo, il selenio e le vitamine A, D, E, K, B12, acido folico e tutte le vitamine del gruppo B e tante fibre per evitare il problema di costipazione che di solito si presenta dal 4° mese in su.

Per quando riguarda le calorie, la mamma deve seguire una alimentazione in gravidanza che contenga le calorie di cui ha bisogno secondo il suo fabbisogno giornaliero aggiungendo 150 calorie durante il primo e il secondo trimestre della gravidanza e 350 calorie in più durante il terzo trimestre.

 

Gravidanza e diete ipocaloriche, si può?

Attenzione! Durante la gravidanza sono sconsigliate le diete ipocaloriche.

La dieta della donna incinta deve essere completa di tutto. In caso contrario, se c’è la mancanza di energia o di certi nutrienti essenziali, il suo organismo pur di salvare la vita del feto, consuma le riserve energetiche del corpo della mamma causandole danni e rendendola debole. Questo succede perché la natura protegge il feto e non la mamma. Quindi è importantissimo durante una gravidanza controllare la qualità del cibo e moderarne la quantità che può portare a dei disturbi gravi difficilmente gestibili.

Vuoi essere seguita da una professionista durante la tua gravidanza per garantire il meglio a te, e al tuo piccolo? Contattami.

Dott.ssa Maria Papavasileiou

Dietista – Nutrizionista

Tel: 02.36102156

Skype: dieta.milano

Linkedin: ch.linkedin.com/pub/maria-papavasileiou/33/88a/a55

Facebook: www.facebook.com/dietapersonalizzata

Web: www.dieta-personalizzata.it

Mail: info@dieta-personalizzata.it

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

La portulaca, conosciuta anche come Portulaca oleracea, è una pianta che molti considerano un’erbaccia comune, ma che in realtà nasconde straordinarie proprietà nutritive. Diffusa in tutto il mondo, questa pianta cresce spontaneamente nei giardini, nei campi e perfino nei marciapiedi delle città. Nonostante il suo aspetto modesto, la portulaca è un vero e proprio tesoro […]

Il tahini, una pasta di semi di sesamo, ha radici profonde nella cucina mediterranea e mediorientale, con una presenza significativa nella dieta greca. Questo alimento ricco di nutrienti non è solo un ingrediente essenziale in molte ricette tradizionali, ma è anche apprezzato per le sue proprietà benefiche per la salute. La sua produzione è relativamente […]

La graviola, conosciuta anche come annona muricata o guanabana, è un frutto esotico originario delle regioni tropicali dell’America centrale e meridionale. Appartenente alla famiglia delle Annonaceae, questo frutto verde e spinoso ha guadagnato crescente attenzione negli ultimi anni grazie alle sue presunte proprietà antitumorali. La graviola cresce principalmente in climi caldi e umidi, come Brasile, […]

La pitaya, comunemente nota come “frutto del drago“, è un frutto esotico che sta guadagnando sempre più popolarità grazie ai suoi benefici per la salute e il suo aspetto unico e inconfondibile. Originaria delle regioni tropicali delle Americhe, la pitaya appartiene alla famiglia dei cactus e si distingue per la sua buccia colorata e le […]