Alimentazione in gravidanza: sicura di sapere tutto?

di cinziaR


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

L‘alimentazione in gravidanza è davvero importante sia per la salute della mamma sia per quella del feto.

Nel periodo gravido si deve dare più attenzione alla qualità che alla quantità del cibo ingerito. Il detto “Sono incinta quindi devo mangiare per due” è completamente falso oltre che troppo pericoloso perchè il cibo eccessivo può causare disturbi gravissimi come la preeclampsia (la malattia ipertensiva della gravidanza) e il diabete gestazionale che mette in pericolo sia la vita della mamma che quella del feto.

Sono stati documentati tantissimi casi di mamme che hanno avuto il diabete gestazionale e subito dopo il parto è stato necessario trasferire il neonato nel reparto di terapia intensiva dove è rimasto per oltre 2 mesi. Inoltre, in caso di preeclampsia, è in pericolo anche la vita della mamma che può cadere in coma (eclampsia) e può causare, quindi, un aborto spontaneo. Tutti questi disturbi sono pericolosi e derivano dalla predisposizione genetica dell’individuo ma anche da una alimentazione in gravidanza inappropriata che può far aumentare il peso oltre i livelli normali causando o peggiorando questi disturbi. Queste sono le conseguenze per chi mangia “per due” durante la gravidanza!

Il peso ideale per le donne incinta

Il peso durante la gravidanza aumenta da 8 a 10 kg, non più di questo!

Questo aumento è dovuto a:

  • Bambino che pesa da 2,500 kg a 3,500 kg
  • Placenta che pesa circa 0,700 kg
  • Aumento degli strati muscolari dell’utero circa 0,900 kg
  • Aumento dell volume del sangue 1,200 kg
  • Aumento del volume del seno 0,400 kg
  • Accumulazione di grassi 4 kg che servono per l’energia di cui la donna ha bisogno durante il periodo del allattamento.

 

L’alimentazione in gravidanza ideale 

La dieta ideale è ricca di tutti i nutrienti essenziali per lo sviluppo di tutti i funzionamenti organici della mamma e del feto. Questi sono il ferro, per l’aumento di volume del sangue della mamma e per la creazione del sistema ematopoietico del feto, il calcio per la creazione del sistema scheletrico e altri come il magnesio, il fosforo, il selenio e le vitamine A, D, E, K, B12, acido folico e tutte le vitamine del gruppo B e tante fibre per evitare il problema di costipazione che di solito si presenta dal 4° mese in su.

Per quando riguarda le calorie, la mamma deve seguire una alimentazione in gravidanza che contenga le calorie di cui ha bisogno secondo il suo fabbisogno giornaliero aggiungendo 150 calorie durante il primo e il secondo trimestre della gravidanza e 350 calorie in più durante il terzo trimestre.

 

Gravidanza e diete ipocaloriche, si può?

Attenzione! Durante la gravidanza sono sconsigliate le diete ipocaloriche.

La dieta della donna incinta deve essere completa di tutto. In caso contrario, se c’è la mancanza di energia o di certi nutrienti essenziali, il suo organismo pur di salvare la vita del feto, consuma le riserve energetiche del corpo della mamma causandole danni e rendendola debole. Questo succede perché la natura protegge il feto e non la mamma. Quindi è importantissimo durante una gravidanza controllare la qualità del cibo e moderarne la quantità che può portare a dei disturbi gravi difficilmente gestibili.

Vuoi essere seguita da una professionista durante la tua gravidanza per garantire il meglio a te, e al tuo piccolo? Contattami.

Dott.ssa Maria Papavasileiou

Dietista – Nutrizionista

Tel: 02.36102156

Skype: dieta.milano

Linkedin: ch.linkedin.com/pub/maria-papavasileiou/33/88a/a55

Facebook: www.facebook.com/dietapersonalizzata

Web: www.dieta-personalizzata.it

Mail: info@dieta-personalizzata.it

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

Tra le più comuni convinzioni alimentari c’è il divieto di mangiare le uova per chi è a rischio di patologie cardiovascolari. Si tratta di uno dei miti più radicati, ora un nuovo studio ha finalmente sfatato questa convinzione, dimostrando che l’inclusione delle uova nella dieta quotidiana non ha effetti negativi sui livelli di colesterolo, neanche […]

Quando si parla di colazione uno degli errori che commettiamo più spesso è quello di prediligere una colazione dolce ricca di biscotti, dolci e prodotti da forno. Vuoi per ragioni di marketing dell’industria alimentare, vuoi per una tradizione consolidata gli italiani amano fare colazione con cibi ricchi di zuccheri e grassi come cornetti, pasticcini e […]

L’acrilammide è un composto chimico che si forma naturalmente durante il processo di cottura ad alte temperature di alcuni alimenti amidacei, come patate, cereali e caffè. Questo composto è stato oggetto di crescente preoccupazione nella comunità scientifica a causa dei potenziali rischi per la salute associati al suo consumo. La formazione di acrilammide avviene principalmente […]

Nella ricerca del benessere e della salute del proprio corpo, uno dei concetti più dibattuti è quello di seguire un’alimentazione sana ed equilibrata. Tra le varie componenti nutritive della nostra dieta, i carboidrati non possono certo mancare. Non tutti i carboidrati sono però uguali e il loro impatto sulla nostra salute può variare notevolmente in […]