13 Gennaio 2015 |

Cistite e alimentazione: i cibi adatti e quelli da evitare

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Cistite e alimentazione, come combattere le infezioni urinarie con una dieta sana, equilibrata e ricca di frutta e verdura. Ecco i consigli degli esperti su cosa mangiare e cosa evitare.

La cistite è un’infiammazione della parete vescicale che colpisce le vie urinarie. E’ un’infezione molto diffusa, dato che si stima che almeno una donna su quattro ne soffra almeno una volta l’anno, e il rischio di infezione aumenta con il progredire dell’età, motivo per cui negli anni è stata sottoposta a differenti studi che l’hanno messa in correlazione con le abitudini e le scelte alimentari. Oggi è abbastanza noto quanto l’alimentazione possa aiutare l’organismo a difendersi da un’infezione microbica delle vie urinarie, cominciando proprio dall’ABC delle sane abitudini a tavola. Ecco quindi quali sono gli alimenti che possono aiutarci a combattere e prevenire la cistite e quali invece quelli che dovremmo evitare o consumare con parsimonia.


Bere tanto

Bere tanta acqua fa bene alla salute, e in questo caso non potrebbe essere più vero, dato che proprio l’acqua varia il pH dell’urina e accelera il flusso urinario, agevolando la costante e continua eliminazione dei batteri e rafforzando l’azione antimicrobica della mucosa vescicale.

Antisettici naturali

Aglio e cipolla in questa fase non dovrebbero mai mancare nei nostri piatti. Entrambi sono noti per le loro proprietà antimicrobiche e immunostimolanti. Via libera anche a prezzemolo e sedano che hanno una comprovata azione diuretica, mentre l’anguria favorisce sia l’idratazione che la diuresi. Fare pipì molto spesso è un bene, anche se nei casi più seri può rivelarsi molto fastidioso.

Niente zucchero, alcolici e vegetali irritanti

Asparagi, fragole, agrumi, latte, dolci e cibi speziati possono agire come irritanti e peggiorare la cistite, così come i peperoni, le melanzane, la cioccolata, i pomodori, gli insaccati, e perfino il lievito, che possono scatenare un’infiammazione della mucosa urinaria. Stesso discorso per le bevande alcoliche, che sono spesso anche tanto zuccherate.

Sì alle tisane diuretiche

Come già detto, fare tanta pipì e spesso aiuta l’organismo ad eliminare i batteri; in tal caso, se proprio non riuscite a bere molto, provate con una tisana, possibilmente scegliendo qualcosa di diuretico come il timo oppure la malva, che pare sia particolarmente indicata in caso di infezioni vaginali.

Una dieta ricca di frutta e verdura

Se è già in corso l’infezione è il caso di fare qualche scelta alimentare che possa contribuire alla guarigione, in tal senso la vostra dieta dovrebbe contenere una grande quantità di frutta e verdura, possibilmente cruda. Per esempio la carota che è uno dei quegli ortaggi che, oltre a contenere molte vitamine, è anche un antiossidante molto potente che contribuisce a rinforzare le difese immunitarie.

In generale dovreste comunque seguire una dieta il più possibile equilibrata, per garantire all’organismo il giusto apporto di Sali minerali, di vitamine e di fermenti lattici. Via libera quindi a yogurt, ricco di vitamine B, orzo e latte di riso, mentre sarebbe il caso di evitare sia il caffè che il latte vaccino. Il riso, inoltre, è un vero e proprio toccasana per le vie urinarie, dato che ci aiuta a purificare e a disintossicare l’organismo. A tavola sarebbe poi il caso di privilegiare le carni bianche, come pesce e pollo, da consumare con un contorno di verdura non troppo speziato. Tra le verdure consigliate dagli esperti ci sono sicuramente le verdure le bietole, le barbabietole, lattuga e piselli.

Potrebbe interessarti anche