Pressione bassa di mattina, i rimedi naturali

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Soffri di pressione bassa di mattina e vuoi conoscere i rimedi naturali per prevenire e curare questo disturbo fastidioso e debilitante? L’ipotensione o pressione bassa, è da considerarsi un disturbo e non una patologia, che genera capogiri, senso di vertigini, sensazione di avere la “testa pesante” e pallore. La mattina è il momento peggiore della giornata per chi soffre di pressione bassa e per questo molte donne, soprattutto le più giovani, hanno difficoltà ad alzarsi dal letto e ad iniziare la giornata con la marcia giusta.

È importante ricordare che la pressione bassa può essere considerata tale solo se la massima ha valori inferiori al 100 e la minima valori inferiori al 60: tutti i valori di pressione arteriosa che non rientrano in questo intervallo non sono da considerarsi ipotensione. Per sentirsi presto rigenerate bastano davveri pochi accorgimenti quotidiani in grado di migliorare la propria vita senza ricorrere all’uso di farmaci: potete semplicemente adottare dei comportamenti che intervengono in modo positivo sul nostro fisico, utilizzando rimedi naturali con azione tonica, stimolante e remineralizzante. Vediamo quali sono i rimedi naturali per combattere l’ipotensione e sentirsi più in forze, soprattutto nel caldo periodo estivo.

Rimedi naturali per combattere la pressione bassa

  1. Correggere le proprie abitudini alimentari: bere molta acqua, circa 1,5 litri al giorno e assumete liquidi anche attraverso un maggior consumo di frutta e verdura. Per chi soffre di ipotensione è fondamentale fare una colazione abbondante consumando caffè e, grazie alla teina e alla caffeina che contengono, accompagnati da zuccheri come il miele per dare energia nel momento della giornata in cui è più difficile carburare.
  2. Praticare attività fisica: il movimento aiuta poichè contribuisce ad aumentare la pressione sanguigna. Non dovete esagerare sforzando il fisico in modo eccessivo soprattutto se non siete molto allenate e per un lasso di tempo troppo lungo; nel periodo estivo evitate le ore più calde della giornata.
  3. Rinfrescare il corpo con docce fredde o tiepide, acqua su polsi, piedi e capo: il freddo ha un effetto rinvigorente poichè è un naturale vasocostrittore.
  4. Terapia fitoterapica, utilizzando piante naturali con proprietà tonificanti e stimolanti, quali:
  • Liquirizia: un classico per la cura dell’ipotensione; basta mangiare una caramella di liquirizia pura amara, quindi non gommosa e non zuccherata, per avere un tono di pressione migliore. In alternativa si può masticare e succhiare la liquirizia sotto forma di legnetto naturale.
  • Menta e rosmarino: sono entrambi tonificanti del sistema nervoso, dei muscoli e del sistema vascolare; possono essere assunti attraverso infusi, tisane e gocce di olio essenziale. Il rosmarino viene anche chiamato il “caffè lento della cura naturale”, perché ha un’azione energetica più lenta, ma più duratura rispetto a quella del caffè.
  • Eleuterococco, ginseng, guaranà e erba mate: sostanze naturali con poteri energizzanti molto indicate in caso di depressioni e in situazioni debilitanti sia sul piano fisico che psichico. Se assunte sotto forma di bevande, sono ottime alternative al caffè e prive di effetti collaterali. Una curiosità sull’eleuterococco: è il ginseng femminile utile alle donne per la bassa pressione durante il ciclo mestruale poichè ha una piccola funzione estrogenica che aiuta a compensare quando gli estrogeni del corpo calano nella fase della mestruazione, lasciando noi donne indebolite e spossate.
  • Integratori di magnesio e potassio: molto importanti per la produzione di energia e per prevenire il rischio di problemi cardiaci; questi sali minerali sono indicati per donne sportive che hanno bisogno ricostituenti durante e dopo l’attività fisica.

Leggi anche: Pressione bassa, cause e sintomi

Claudia S.

Potrebbe interessarti anche