22 Febbraio 2020 |

5 brutte abitudini che rovinano la nostra igiene personale

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Ecco tutti gli errori più comuni che riguardano l’igiene personale che tutti inconsapevolmente commettiamo, pensando in vece di fare bene.

Sono piccole abitudini scorrette che in realtà danneggiano la nostra pelle e anche la salute. Vediamo quali sono

Siamo tutti molto attenti all’igiene personale e alle regole igieniche: sappiamo che dovremmo lavarci i denti dopo ogni pasto, anche se non sempre riusciamo a farlo; che dovremmo lavarci le mani prima di toccare il cibo o dopo essere andati in bagno.

Eppure ci sono delle abitudini che riguardano la nostra igiene personale che in realtà non sono poi così corrette. Dunque oggi vogliamo fare il punto proprio su quei 5 errori che quasi tutti commettiamo a proposito di igiene personale.

 

 

Conservare lo spazzolino da denti in modo scorretto

Tutti teniamo lo spazzolino da denti nell’apposito bicchiere sul lavandino, dove lo rimettiamo non appena finiamo di lavarci i denti. L’errore comune è quello di riporlo nel porta-spazzolini senza aver scrollato l’acqua in eccesso, tenendolo sempre all’aria senza l’apposito cappuccio. Invece, quando non lo utilizziamo, lo spazzolino da denti dovrebbe sempre rimanere coperto, almeno la parte delle setole. Ricordate inoltre che andrebbe cambiato ogni tre mesi circa, anche se apparentemente le setole sono ancora in buono stato.

 

Non lavarsi le mani dopo essere andati al bagno

Per quanto il bagno di casa nostra possa essere pulito, questo ambiente è per eccellenza un ricettacolo di batteri. Dopo essere stati in bagno dovremmo lavarci sempre le mani, utilizzando il sapone e sfregando la superficie dei palmi abbastanza a lungo. Come buona abitudine potreste tenere sulla mensolina del bagno anche un piccolo flacone di amuchina o un altro antibatterico.

Lavarsi è bene ma non troppo

Il troppo stroppia: funziona così anche in merito all’igiene. Lavarsi in continuazione le mani o fare troppe docce può non soltanto causare irritazione alla pelle, ma contribuire allo sviluppo di infezioni. Inoltre più trattiamo la pelle con i detergenti, più diventa delicata. Una doccia al giorno è sufficiente; se sentite il bisogno di lavarvi più volte al giorno, fatelo senza saponi aggressivi.

 

Pulizia delle orecchie errata

Quasi tutti, un po’ per abitudine e un po’ per necessità, dopo la doccia asciughiamo le orecchie e le puliamo dal cerume usando i cotton fioc. Male, malissimo! In questo modo in realtà non facciamo altro che spingere il cerume ancora più in profondità e rischiamo anche di danneggiare il timpano, oltre a contribuire alla formazione dei cosiddetti tappi.

 

Applicare il deodorante più volte al giorno

Usare il deodorante o il profumo più volte al giorno per coprire gli odori non serve, anzi, in questi casi viene quasi accentuato l’odore della pelle, per cui se il problema è il sudore purtroppo otterremo l’effetto opposto. Il deodorante andrebbe applicato solo sulla pelle pulita e ben asciutta.

LEGGI ANCHE:

I 5 falsi miti sull’igiene orale da sfatare