Guida Michelin, chi è Niko Romito, chef del ristorante “Reale” a Casadonna

di Manuela Zanni

3 stelle Michelin e innumerevoli riconoscimenti per il ristorante di Cristiana e Niko Romito. Una vera “officina” dove materia, ricerca, semplicità e gusto dialogano per dar vita alla cucina italiana di domani.

Chi è Niko Romito

Niko Romito dal 2000 gestisce con Cristiana Romito il ristorante Reale. Cuoco autodidatta, profondamente legato al suo Abruzzo, in soli 7 anni ha conquistato 3 stelle Michelin. Ha cominciato a Rivisondoli, nell’ex pasticceria di famiglia, divenuta trattoria, e nel 2011 ha trasferito il Reale a “Casadonna”, ex monastero del ’500 a Castel di Sangro.

 

Ristorante Reale

Ristorante Reale

Attraverso una ricerca incessante e con uno spiccato approccio imprenditoriale, Romito percorre la strada dell’essenzialità, dell’equilibrio e del gusto. In poco tempo ha saputo creare un linguaggio gastronomico incisivo e personale, e un sistema complesso in cui coesistono alta cucina, format di ristorazione diffusa, formazione superiore e prodotti per il consumo domestico.

Il ristorante “Reale”

L’avventura del Reale inizia nel 2000, anno in cui Niko e Cristiana rilevano la trattoria di famiglia che il padre Antonio aveva aperto nel piccolo centro di Rivisondoli, al posto della storica pasticceria di famiglia. I fratelli non hanno alcuna precedente esperienza di ristorazione, ma in pochi anni il Reale si fa notare dai clienti e dalla critica proponendo una nuova idea di cucina, personale e originale: conquistano la prima stella Michelin nel 2007 e la seconda nel 2009. Nel 2011 trasferiscono il ristorante nel nuovo complesso di Casadonna, dove il Reale trova la sua espressione più completa. Qui, nel 2013, arriva la terza stella. Oggi il ristorante è il centro pulsante del “sistema” Niko Romito: un laboratorio dove ogni giorno si fa ricerca e da cui nascono i nuovi piatti e i format che impegnano lo chef e i suoi collaboratori.

Dove si trova il ristorante “Reale”

Le tre stelle Michelin di Niko Romito non possono che fare da testimoni all’eccellenza nella preparazione e nel gusto che si trovano nei suoi tanti ristoranti, ma soprattutto nel suo Reale, all’interno dell’ex convento situato nel Parco Nazionale dell’Abruzzo.

La carta del ristorante

Sul sito è disponibile la carta del ristorante, con tutti i piatti e i prezzi a menù. La proposta del menù degustazione ha un costo, a persona, di 150 euro che diventa 250 euro a persona se si seleziona l’abbinamento del vino al calice. Si passa poi ai piatti alla carta, i piatti sono pochi ma estremamente ricercati: sono infatti solo 13 e partono da un prezzo di 30 euro per i dolci fino a 70 euro per i secondi come il manzo torbato e patate. Inoltre, come si legge sul sito, nella Carta Reale l’ordine minimo è di 3 portate a persona.

Lo shop del ristorante

Non solo ristorante: anche lo shop di Niko Romito online è molto visitato per l’offerta dolce tra cui panettoni, biscotti, confetture, i nettari e anche una piccola selezione di bottiglie di Champagne e Franciacorta.

Ristorante Reale

Ristorante Reale

LEGGI ANCHE: 3 stelle per Cannavacciuolo, il messaggio commosso dello chef

La vita privata di Niko Romito

Non si conosce molto della vita privata di Niko, dal momento che sui social il cuoco è solito condividere molti piatti o momenti della sua giornata a lavoro. Ma ogni tanto, sul suo profilo Instagram, anche lui si lascia andare a qualche post sulla sua famiglia, ad esempio in compagnia della sorella Cristina, con cui lavora da più di 20 anni, ma anche della mamma o del resto della sua famiglia. Per quanto riguarda i figli e la fidanzata o la moglie di Niko Romito, lo chef non ama parlare dell’argomento nemmeno durante le interviste, e per cui non si sa nulla riguardo questo lato della sua vita.

LEGGI ANCHE: Guida Michelin, Cannvacciuolo conquista la terza stella 


Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

4 min

Un nome: Vittorio. E una famiglia, marchio di eccellenza nel mondo della ristorazione e dell’accoglienza. Una dedizione premiata dalle guide – Tre Stelle Michelin – e dalla fedeltà di una clientela in crescita costante. Uno stile culinario inconfondibile, vivo e vitale da oltre 50 anni, grazie all’intuizione del fondatore – papà Vittorio – e all’evoluzione […]

2 min

Il cuoco e lo chef svolgono due lavori differenti, ma spesso vengono confusi e utilizzati come sinonimi. Viviamo in un periodo in cui sono all’ordine del giorno programmi tv dove viene giudicato un determinato ristorante o il modo di realizzare un piatto del cuoco e dello chef. Ma in cosa differiscono? Qual è la differenza […]