Antonino Cannavacciuolo: “Devo a Cinzia tante cose”

di Redazione

Antonino Cannavacciuolo è uno degli chef più famosi in Italia grazie non solo alla sua cucina plurilstellata ma anche per i suoi tanti e seguiti programmi televisivi come MasterChef e Cucine da Incubo.

Cannavacciuolo, 47 anni, ha di recente ricevuto la terza stella Michelin per il suo ristorante Villa Crespi e, intervistato dal Corriere della Sera, ha svelato: “Molti pensavano che Masterchef mi avrebbe danneggiato. Si è messo a fare televisione, smetterà di lavorare e di stare in cucina… E invece non ho mai abbandonato il mio lavoro”, invece “Masterchef mi ha dato tantissimo. Anche gli stessi ospiti. Sono proprio fatto in un modo per cui cerco di prendere sempre il massimo da quello che avviene nella mia vita. E nulla mi passa accanto per caso”.

Cannavacciuolo, nato a Vico Equense il 16 aprile 1975, ha raccontato di avere vissuto “senza un padre. Non voleva che anch’io facessi il cuoco, sognava che avessi un’esistenza diversa e invece io sentivo che era quella la mia strada, la mia vera passione”. Dal papà, però, il giudice di Masterchef ha ereditato la passione per la cucina.

Natale Cannavacciuolo

Natale Cannavacciuolo

LEGGI ANCHE: Il pranzo di Natale di Antonino Cannavacciuolo.

Cannavacciuolo è sposato con Cinzia Primatesta. La coppia ha avuto due figli: Elisa, nata nel 2007, e Andrea, nato nel 2012. Cinzia si occupa della gestione delle varie attività di famiglia: “Devo a lei tante cose, come quella di avermi regalato la tranquillità di potermi dedicare al mio lavoro”.

Tuttavia, a proposito di lavoro, Cannavacciuolo ha rivelato di non essersi mai preso “una vacanza in senso tretto. Anche quando vado fuori per divertimento so che poi mi porto sempre dietro il mio lavoro. E poi, questo lo dico soprattutto ai più giovani, secondo me la differenza la fa il cercare sempre di migliorare e migliorarsi”.

Infine, Cannavacciuolo è certo: “io nasco cuoco e morirò cuoco. Non vedo nulla se non il mio lavoro. Tanto che a volte mi dico che sono fissato. Che vivo tutto questo quasi come una malattia… Non conosco davvero distrazioni”.

Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Le lenticchie in umido sono un piatto assolutamente delizioso da gustare sia con la pasta, sia servite da sole o come contorno abbinato alla carne. Sono perfette per questo periodo dell’anno quando le temperature sono più basse. Prima della cottura però si lasciano per 8 ore in acqua e in un secondo momento si prosegue […]

1 min

Schiacciate, fritte o saltate in padella, le patate possono essere cucinate in tanti modi. E, a volte, ne compriamo più di quelle che ci necessitano. Cosa fare con quelle che restano? Le possiamo congelare? Si possono congelare le patate crude? Ebbene, è meglio evitare di congelare le patate crude. Perché? Rischiano di diventare nere e […]

2 min

Se volete un piatto orientale e particolarmente speziato potete optare per il pollo al curry. Ovviamente, esistono diverse varianti e procedimenti che incontrano i gusti di tutti. Alcune prevedono l’aggiunta di pomodori pelati, di yogurt, c’è chi lo prepara senza latte, chi sceglie spezie più o meno piccanti. Da accompagnare con il riso basmati freddo. […]

2 min

Le polpette di carne con peperoni e besciamella sono un piatto assolutamente da provar e semplicissimo da realizzare. Le polpette di carne, peperoni e besciamella sono un secondo piatto ricco e gustoso, un’ ottima alternativa alle classiche polpette fritte. Perfette da servire come secondo piatto accompagnate da verdure cotte o crude di stagione oppure potranno […]

2 min

Il Kafteji è un piatto tunisino assolutamente da provare. Si tratta di una pietanza caratteristica coloratissima e accompagna i pasti. Semplice da realizzare. Le verdure vengono fritte e successivamente anche le uova, la zucca e i peperoni. Solitamente si serve con carne, fegato oppure con il pane. Scopriamo insieme come realizzarla! Kafteji: ingredienti Patate 1,5 […]