Quanto costa mangiare a Villa Crespi? Filosofia e costi del ristorante di Chef Cannavacciuolo

di Manuela Zanni

Esistono posti che, nell’immaginario collettivo, sembrano inarrivabili. Ma è davvero così? Vediamo i costi delle pietanze in menù a Villa Crespi, il prestigioso  ristorante 2 stelle Michelin di chef Antonino Cannavacciuolo  all’interno dell’omonimo hotel 5 stelle lusso  a Orta San Giulio.

 

Dove si trova Villa Crespi

Villa Crespi, ristorante dello chef Antonino Cannavacciuolo, è uno dei migliori al mondo. Si tratta di un locale con doppia stella Michelin in cui l’esperienza culinaria è un vero e proprio viaggio lungo tutta la penisola. Il ristorante si trova a Orta San Giulio, in Piemonte. Il borgo è considerato uno dei più belli e suggestivi di tutta Italia, fa parte del Touring Club Italiano ed è stato insignito della bandiera arancione per la qualità turistico-ambientale.

 

La filosofia di Villa Crespi

Ispirato dalla tradizione della sua terra di origine, la Campania, e d’adozione, il Piemonte, e dalla semplicità dei sapori di casa, propone una cucina sempre sorprendente, caratterizzata dall’utilizzo di materie prime d’eccellenza in un’armoniosa fusione tra passato e presente per una cucina mediterraneo-creativa coinvolgente ed emozionante.

La carriera di Chef Cannavacciuolo

Negli anni Ottanta chef Cannavacciuolo ha  iniziato  con la scuola alberghiera, le diverse esperienze professionali presso le cucine di rinomati ristoranti in Italia e in Europa e, a fine anni Novanta, la sfida colta, giovanissimo, insieme alla moglie Cinzia Primatesta, di riportare in auge la meravigliosa Villa Crespi.

Diversi  progetti di ristorazione ed accoglienza

Sempre in onore della sua terra natia, lo chef campano realizza alcuni importanti progetti come Laqua Charme & Boutique a Meta di Sorrento, e della sua patria adottiva, come Cannavacciuolo Café & Bistrot e Cannavacciuolo Bakery di Novara e Cannavacciuolo Bistrot di Torino.

L’approdo in televisione

La buona capacità comunicativa unita alla passione per il fattore  umano  lo portano a farsi conoscere dal grande pubblico anche in veste di testimonial per grandi marchi di qualità e di TV Chef con programmi di intrattenimento e talent show come Masterchef, Masterchef Celebrity, Cucine da Incubo e ‘O mare mio.

I riconoscimenti

L’impegno di anni è ripagato da numerosi riconoscimenti: due stelle Michelin; la prima nel 2003 e la seconda nel 2006, e l’approvazione da parte delle più rinomate guide gastronomiche italiane ed internazionali.

 

Una cucina da Napoli al lago d’Orta

Attraverso la sua filosofia di cucina, Antonino Cannavacciuolo esprime non solo il suo percorso professionale bensì i suoi momenti di vita, in un continuo viaggio di scoperta che dalla tradizione del Sud Italia, punto cardine la sua amata Napoli, lo conduce sulle sponde del lago d’Orta in Piemonte, dove ora vive con la famiglia formata insieme alla moglie Cinzia. La sua filosofia di cucina abbina queste due terre, il Piemonte e la Campania, e così si fondono tra gli ingredienti, tra i formaggi e la carne del Piemonte e la pasta ed il pesce del Mediterraneo in una cucina giovane e solare.

La brigata di cucina di Villa Crespi

Oggi Antonino Cannavacciuolo è lo Chef Patron del ristorante 2 stelle Michelin a Villa Crespi, affiancato da una brigata di cucina di giovani che con quotidiana passione e costante dedizione ne seguono le orme, con la medesima cura per l’ospite; cura che si riflette anche nel servizio diretto dal nostro Restaurant Manager Massimo Raugi, attento e dedicato all’interno delle tre sale del ristorante, dell’incantevole veranda con suggestiva vista sul parco secolare e del lounge bar dallo stile moderno.

Quanto costa mangiare a Villa Crespi?

Ma quanto costa mangiare a Villa Crespi? Gli antipasti partono da un minimo di 45 euro fino a un massimo di 50 mentre i primi si aggirano tutti intorno ai 50 euro. Più alti invece i prezzi del pesce che si attestano intorno ai 60 euro come quelli previsti per i piatti a base di carne. I dessert invece si fermano a un tetto massimo di 30 euro. Il ristorante propone menu degustazione, anche con abbinamento di vini  formulati dallo chef Cannavacciuolo come l’itinerario di un viaggio. Ecco quanto costa mangiare al suo ristorante Villa Crespi.

Menù e prezzi di Villa Crespi di Antonino Cannavacciuolo

Come si legge sul sito ufficiale, sono due i menù degustazione che è possibile assaggiare nel ristorante dello chef campano Antonino Cannavacciuolo: il primo da cinque portate e il secondo da sei. Possibile abbinare ai due menu speciali la degustazione di vini e la selezione di formaggi pensate appositamente per i piatti scelti. Disponibile a Villa Crespi anche un menu à la carte i cui prezzi risultano variabili in base ai piatti scelti.

 

Chi è Cinzia Mezzatesta, moglie di Antonino Cannavacciuolo

Cinzia Primatesta, classe 1977, è nata a Omegna, sul lago d’Orta, da una famiglia di imprenditori nel settore dell’hotellerie. Nata e cresciuta in questo ambiente, che ha sicuramente contributo a forgiarne il carattere determinato, conosce Antonino nel 1995. Il fidanzamento avviene nel 1997 e solo due anni dopo convolano a nozze. Si concentrano sul lancio del loro primo ristorante Villa Crespi e solo 10 anni dopo arrivano i figli. Nel 2007 nasce la primogenita Elisa e nel 2012 Andrea, il maschietto di casa.

 

 

Dalla stessa categoria

Lascia un commento

Correlati Categoria

2 min

Le lenticchie in umido sono un piatto assolutamente delizioso da gustare sia con la pasta, sia servite da sole o come contorno abbinato alla carne. Sono perfette per questo periodo dell’anno quando le temperature sono più basse. Prima della cottura però si lasciano per 8 ore in acqua e in un secondo momento si prosegue […]

1 min

Schiacciate, fritte o saltate in padella, le patate possono essere cucinate in tanti modi. E, a volte, ne compriamo più di quelle che ci necessitano. Cosa fare con quelle che restano? Le possiamo congelare? Si possono congelare le patate crude? Ebbene, è meglio evitare di congelare le patate crude. Perché? Rischiano di diventare nere e […]

2 min

Se volete un piatto orientale e particolarmente speziato potete optare per il pollo al curry. Ovviamente, esistono diverse varianti e procedimenti che incontrano i gusti di tutti. Alcune prevedono l’aggiunta di pomodori pelati, di yogurt, c’è chi lo prepara senza latte, chi sceglie spezie più o meno piccanti. Da accompagnare con il riso basmati freddo. […]

2 min

Le polpette di carne con peperoni e besciamella sono un piatto assolutamente da provar e semplicissimo da realizzare. Le polpette di carne, peperoni e besciamella sono un secondo piatto ricco e gustoso, un’ ottima alternativa alle classiche polpette fritte. Perfette da servire come secondo piatto accompagnate da verdure cotte o crude di stagione oppure potranno […]

2 min

Il Kafteji è un piatto tunisino assolutamente da provare. Si tratta di una pietanza caratteristica coloratissima e accompagna i pasti. Semplice da realizzare. Le verdure vengono fritte e successivamente anche le uova, la zucca e i peperoni. Solitamente si serve con carne, fegato oppure con il pane. Scopriamo insieme come realizzarla! Kafteji: ingredienti Patate 1,5 […]