08 Febbraio 2022 |

Moda, tutti vogliono il balaclava, cos’è e perché è trend?

di Alice Marchese

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità

Il freddo è arrivato, ma nonostante le basse temperature sono quasi due anni in cui ci copriamo il volto temendo possibili contagi. Oltre le mascherine, il protagonista di questo inverno è il balaclava. E’ un trend che sta conquistando tutti. Ma di cosa si tratta?

Balaclava: il trend del 2022

Si tratta di un copricapo in maglia morbido e avvolgente, che nasconde il viso in modo parziale o totale a seconda del design. Le prime apparizioni si erano registrate nelle sfilate Autunno Inverno 2018. Anche Vetements e Dior hanno reso noto questo copricapo, fino alle varianti sportive di Lanvin e Preen by Thornton Bregazzi.

Calvin Klein e Gucci avevano reso nota già la bellezza di questo indumento. Il primo brand con modelli soft d’ispirazione sci, il secondo con sgargianti variazioni sul tema agghindate con gioielli o animate da grafismi.

Balaclava nel 2021

Il balaclava è l’accessorio che ha conquistato lo streetstyle e i social dopo aver dominato le passerelle Autunno Inverno 2021: pensiamo al color block di Raf Simons, agli ironici passamontagna con le corna di Givenchy, a quelli pastello presentati da Miu Miu a completare mise dall’allure eterea, ai look monocromatici di Balmain, alle varianti più street di Alyx e Ambush. Il balaclava è stato centrale anche nelle ultime sfilate di Louis Vuitton.

Le origini del balaclava

Il balaclava è sempre esistito. Veniva indossato per combattere le bassissime temperature durante la Guerra di Crimea. Le  truppe inglesi lo utilizzarono per sopravvivere al gelo che le donne britanniche idearono questo copricapo da portare sotto l’elmetto che finì per prendere il nome dalla Battaglia di Balaklava del 1854.

Nato come strumento di protezione, il balaclava si evolve nel tempo. Il passamontagna integrale è l’emblema della protesta dal collettivo femminista russo Pussy Riot, che dal 2011 si batte contro l’establishment con performance dissacranti e provocatorie. Sullo stesso concetto si basa l’uso del balaclava in altri esempi provenienti dalla cultura pop, da quello total black di Diabolik a quelli rosa acceso sfoggiati dalle good-girls-gone-bad del film Spring Breakers (2012) di Harmony Korine, fino al più recente, iconico look di Balenciaga indossato da Kim Kardashian al Met Gala 2021: un inno all’anonimato nell’era social.

Balaclava in lana un must per la stagione

Il Balaclava per antonomasia è in lana e crochet, ovvero realizzato e ricamato a mano. Ultimamente questo tipo di accessorio è diventato un must e non solo per la montagna. Anzi, pare sia molto quotato anche in città, ovviamente in particolar modo nelle zone caratterizzate da un clima rigido.
E’ un passamontagna in piena regola, ma ricordiamo che una delle prima che ha reso sfoggiò questo capo di Gucci è stata proprio Rihanna durante il Coachella 2018.