Le migliori frasi per il matrimonio della Bibbia che celebrano l’amore, la fiducia e la speranza

Iscriviti alla Newsletter di Donnaclick

Non perderti le ultime novità
Photo by Aaron Burden on Unsplash.com

Ecco qualche spunto per fare gli auguri o da utilizzare sulle partecipazioni di matrimonio tratte dalla Bibbia.

Quale libro più adatto per ispirare una coppia di sposi se non la Bibbia? Nel Vecchio e nel Nuovo Testamento si leggono le frasi d’amore sull’amore eterno e incondizionato, cariche di speranza e fiducia e che rappresentano i migliori auguri sinceri da fare in occasione di un matrimonio.

Frasi per il matrimonio dal Nuovo Testamento

Pietro 4:8 (NIV)
Soprattutto, abbiate amore intenso gli uni per gli altri, perché l’amore copre moltitudine di peccati.

Giovanni 4:8 (NIV)
Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore.

Corinzi 13:04-8a (NIV)
La carità è paziente, è benigna la carità. Non invidia, non si vanta, non è orgoglioso. Non è maleducato, non è egoista, non è facile all’ira, non tiene conto dei torti. L’amore non si diletta nel male ma gioisce con la verità. Protegge sempre, tutto crede, tutto spera sempre, persevera sempre. L’amore non viene mai meno …

Matteo 19:5,6 (TILC)

Perciò l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà alla sua donna e i due saranno una cosa sola. Così essi non sono più due ma un unico essere. Perciò l’uomo non separi ciò che Dio ha unito.

Efesini 5:25,28 (NR)

Mariti, amate le vostre mogli, come anche Cristo ha amato la chiesa e ha dato sé stesso per lei……Allo stesso modo anche i mariti devono amare le loro mogli, come la loro propria persona. Chi ama sua moglie ama sé stesso.

Pietro 3:7 (NR)

Anche voi, mariti, vivete insieme alle vostre mogli con il riguardo dovuto alla donna, come a un vaso più delicato. Onoratele, poiché anch’esse sono eredi con voi della grazia della vita, affinché le vostre preghiere non siano impedite.

Efesini 5:22-24 (NR)

Mogli, siate sottomesse ai vostri mariti, come al Signore; il marito infatti è capo della moglie, come anche Cristo è capo della chiesa, lui, che è il Salvatore del corpo. Ora come la chiesa è sottomessa a Cristo, così anche le mogli devono essere sottomesse ai loro mariti in ogni cosa.

Efesini 5:21 (NR)

Sottomettendovi gli uni agli altri nel timore di Cristo.

Colossesi 3:19 (NR)

Mariti, amate le vostre mogli, e non v\’inasprite contro di loro.

Efesini 4:26 (TILC)

E se vi arrabbiate, attenti a non peccare: la vostra ira sia spenta prima del tramonto del sole.

Efesini 4:2,3(TILC)

Siate sempre umili, cordiali e pazienti; sopportatevi l’un l’altro con amore; cercate di conservare per mezzo della pace che vi unisce, quella unità che viene dallo Spirito Santo.

Ebrei 13:4 (NR)

Il matrimonio sia tenuto in onore da tutti e il letto coniugale non sia macchiato da infedeltà; poiché Dio giudicherà i fornicatori e gli adùlteri.

Matteo 5:32 (NR)

Ma io vi dico: chiunque manda via sua moglie, salvo che per motivo di fornicazione, la fa diventare adultera e chiunque sposa colei che è mandata via commette adulterio.

Romani 7:2 (NR)

Infatti la donna sposata è legata per legge al marito mentre egli vive; ma se il marito muore, è sciolta dalla legge che la lega al marito.

Corinzi 6:14 (NR)

Non vi mettete con gli infedeli sotto un giogo che non è per voi; infatti che rapporto c’è tra la giustizia e l’iniquità? O quale comunione tra la luce e le tenebre?

Frasi di matrimonio dell’Antico Testamento

Dal libro della Genesi (Gen 1,26-28.31)
Dio disse: «Facciamo l’uomo a nostra immagine, a nostra somiglianza, e domini sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo, sul bestiame, su tutte le bestie selvatiche e su tutti i rettili che strisciano sulla terra». Dio creò l’uomo a sua immagine; a immagine di Dio lo creò; maschio e femmina li creò. Dio li benedisse e disse loro: «Siate fecondi e moltiplicatevi, riempite la terra; soggiogatela e dominate sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo e su ogni essere vivente, che striscia sulla terra». Dio vide quanto aveva fatto, ed ecco, era cosa molto buona.
Parola di Dio.
Rendiamo grazie a Dio

Dal libro della Genesi (Gen 2,18-24)
Il Signore Dio disse: «Non è bene che l’uomo sia solo: gli voglio fare un aiuto che gli sia simile». Allora il Signore Dio plasmò dal suolo ogni sorta di bestie selvatiche e tutti gli uccelli del cielo e li condusse all’uomo, per vedere come li avrebbe chiamati: in qualunque modo l’uomo avesse chiamato ognuno degli esseri viventi, quello doveva essere il suo nome. Così l’uomo impose nomi a tutto il bestiame, a tutti gli uccelli del cielo e a tutte le bestie selvatiche, ma l’uomo non trovò un aiuto che gli fosse simile. Allora il Signore Dio fece scendere un torpore sull’uomo, che si addormentò; gli tolse una delle costole e rinchiuse la carne al suo posto. Il Signore Dio plasmò con la costola, che aveva tolta all’uomo, una donna e la condusse all’uomo. Allora l’uomo disse: «Questa volta essa è carne dalla mia carne e osso dalle mie ossa. La si chiamerà donna perché dall’uomo è stata tolta». Per questo l’uomo abbandonerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una sola carne.
Parola di Dio
Rendiamo grazie a Dio

Dal libro di Tobia (Tb 7, 9-10.11-17)
In quei giorni, dopo che si furono salutati, Raguèle pregò gli ospiti di mettersi a tavola, ma Tobia disse: “Io oggi non mangerò né berrò qui, se tu prima non mi concedi quanto ti domando e non prometti di darmi in moglie Sara tua figlia”.
Poiché Raguèle esitava a rispondere alla richiesta di Tobia, l’angelo gli disse: “Non temere di dargliela, perché tua figlia dev’essere moglie di questo giovane che teme Dio. Proprio per questo motivo nessun altro ha potuto averla”.
Allora Raguèle disse: “Non dubito che Dio accolga benevolmente le mie preghiere e le mie lacrime, e credo che egli vi abbia fatti venire qui appunto perché mia figlia si sposi a un suo parente, secondo la legge di Mosè. Non temere: te la darò”. Prese la mano destra di sua figlia, la mise in quella di Tobia, e disse: “Il Dio di Abramo, il Dio di Isacco, il Dio di Giacobbe sia con voi; egli vi unisca e adempia in voi la sua benedizione”.
Presa poi una carta, fecero la scrittura del matrimonio, quindi cominciarono a mangiare benedicendo Dio.
Parola di Dio
Rendiamo grazie a Dio