Eroe a 12 anni: salva un uomo dall’annegamento grazie alla tecnica che ha visto in una serie tv

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Un ragazzino di 12 anni ha salvato la vita a un uomo di 30 anni grazie a una tecnica di rianimazione che aveva visto in una serie tv. Si trovavano entrambi in piscina e, quando ha capito che qualcosa non andava, ha messo in pratica ciò che aveva visto in una puntata di “Stranger Things“.

La storia arriva dagli Stati Uniti. Austen Macmillan, questo il nome del 12enne, è riuscito a salvare la vita al suo terapista di analisi comportamentale, utilizzando una tecnica di rianimazione cardiopolmonare che aveva visto in una scena della celebre serie tv di Netflix. All’inizio la mamma del ragazzino, Christina,, non era molto contenta che guardasse quella serie, per il mix dei generi horror/fantascienza/thriller, ma poi si è ricreduta: “Ero un po’ titubante sul fatto che lo guardasse, ma sono decisamente felice di averglielo lasciato fare“.

La vicenda

Tutto è avvenuto all’inizio del mese di settembre, presso l’abitazione della famiglia del ragazzo in Florida. Austen stava nuotando nella piscina di casa insieme a Jason Piquette, che da circa tre anni lo segue nella terapia di analisi comportamentale. Il loro percorso terapeutico preve anche 20 ore di attività alla settimana insieme. Hanno deciso di vedere chi riusciva a trattenere il fiato più a lungo sott’acqua, cronometrandosi. Austen ha notato che qualcosa non andava, quando Piquette non era riemerso dopo circa 5 minuti.

Austen Macmillan

Sapevo che era passato troppo tempo“, ha detto il ragazzo alla ABC7. A quel punto, ha nuotato fino alla parte più profonda della piscina, è andato sott’acqua e a ha trscinato il 30enne sui gradini. Macmillan ha detto che il 12enne ha provato a utilizzare la funzione di sblocco di emergenza sul suo cellulare per allertare i soccorsi, ma il touch screen era rotto. Ha anche provato a chiamare aiuto ma, quando non ha ricevuto risposta, si è ricordato di ciò che aveva visto in tv.

Guardando Stranger Things, aveva visto che un personaggio aveva applicato la rianimazione cardiopolmonare, con delle compressioni sul torace. Ha dunque ripetuto gli stessi gesti e Piquette ha ripreso conoscenza.

Quando i genitori del ragazzo sono tornati a casa, sono stati allertati i soccorsi. Il terapeuta è stato ricoverato in terapia intensiva e si è ripreso. Tutta la scena è stata ripresa dalle telecamere di sicurezza dell’abitazione.

Piquette ha detto al Guardian: “Austen ha mostrato coraggio di fronte a una situazione incredibilmente terrificante e apparentemente senza speranza, e dovrebbe sempre sapere di essere abbastanza forte per affrontare qualsiasi cosa nella vita – e di essere un eroe“.

Foto: Guardian.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Negli ultimi anni, il termine “thrifting” è entrato nel lessico comune, soprattutto tra i giovani e gli appassionati di moda. Ma cosa significa esattamente thrifting e perché sta diventando una tendenza così popolare? Il thrifting, in parole semplici, è l’arte di trovare capi d’abbigliamento, accessori e altri articoli di seconda mano, spesso a prezzi molto […]

Tra le tendenze più diffuse nel 2024 c’è anche lo stile boho-chic, che con i suoi abiti vaporosi ed eterei, ispirati agli anni ’70, e l’uso di materiali naturali tornerà a dominare le passerelle, dopo essere comparso sulla scena intorno ai primi anni 2000, indossato da modelle come Kate Moss, Sienna Miller e le gemelle […]

Il decluttering, termine inglese che si può tradurre come “fare ordine“, è una pratica sempre più diffusa che mira a eliminare il superfluo per fare spazio al necessario. In un’epoca in cui siamo continuamente bombardati da oggetti, informazioni e stimoli visivi, la necessità di semplificare la nostra vita diventa sempre più pressante. Ecco perché è […]

Il 3 giugno 1946 è una data storica per il mondo della moda. A Parigi, il designer di moda Louis Réard presentava per la prima volta il bikini, un indumento destinato a rivoluzionare per sempre non solo l’abbigliamento da spiaggia, ma anche il concetto di femminilità e libertà. Secondo la professoressa Valeria Magistro, docente di […]