Lino Banfi, il primo Natale senza Lucia dopo 70 anni d’amore: “Vuoto insopportabile”

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

L’amore, si sa, è fatto di piccole grandi abitudini quotidiane che cementano un legame indissolubile tra due persone. Quando una di queste viene improvvisamente a mancare, il vuoto che lascia è insopportabile. Lo sa bene Lino Banfi, che quest’anno ha trascorso il suo primo Natale senza la moglie Lucia, scomparsa lo scorso febbraio all’età di 85 anni dopo una lunga malattia.

Il primo Natale senza l’amata moglie Lucia

“Lucia è sempre stata con me, anche adesso che non c’è più – ha dichiarato l’attore pugliese in una recente intervista – Sono sicuro che ci sta ascoltando, che ascolta quello che ci diciamo pronta a rimproverarmi se proferisco delle parolacce…”. Parole commoventi, che testimoniano un legame profondo cementato in 70 anni di vita insieme. Lino e Lucia si erano conosciuti da giovanissimi, nel 1952, quando lei aveva solo 14 anni e lui 16. Fu amore a prima vista, un sentimento travolgente che li spinse a fuggire insieme dieci anni dopo nonostante le incertezze economiche: “Avevamo paura di aver combinato un guaio – ricorda Banfi – io che cominciavo a ingranare nello spettacolo ma non avevo ancora certezze, lei ingenua come una bambola”.

Gioie e dolori condivisi in 70 anni di matrimonio

Il sogno d’amore di Lino e Lucia si realizzò nel 1962 con il matrimonio. Da allora hanno condiviso gioie e dolori, affrontando insieme anche i momenti più difficili: “Non avevamo niente, solo noi stessi. Di fame ne abbiamo fatta tanta, forse proprio questo ha fatto in modo che ci conoscessimo fino in fondo, completamente. Quando soffri la fame con la persona che ami o a un certo punto ti separi, perché evidentemente il sentimento non regge ai sacrifici, oppure vai avanti fino alla fine”. Queste le parole commosse di Banfi, che ricordano quanto la moglie sia stata fondamentale per la sua carriera. “Fare la fame, mi diceva, è stata la tua fortuna, Pasquale mio. Dalla fame si impara tutto, la fame e la strada sono state la tua palestra di vita. Tutto quello che ho fatto lo devo a Lucia, al modo in cui ha scelto di starmi accanto…”.

Lucia, il sostegno fondamentale della sua carriera

Ora che Lucia non c’è più, Lino sente il peso di un’assenza incolmabile, soprattutto durante le festività natalizie che hanno sempre trascorso insieme: “Questo sarà il primo Natale che non passiamo insieme dopo 70 anni e quasi non posso sopportarlo. Infatti me ne andrò a fare un viaggio, un viaggio lontanissimo eppure molto vicino. Andrò in California con mio figlio Walter, a Los Angeles passeremo sia Natale che Capodanno. Lontanissimo dicevo, ma anche vicino. Dentro noi stessi, padre e figlio insieme come due amici che vogliono confidarsi e si ritagliano un po’ di tempo senza nessun altro intorno”.

Il dolore per la prima volta senza di lei

Il dolore per questa prima volta senza Lucia è palpabile nelle parole di Lino Banfi, che dopo 70 anni trascorsi al fianco della donna della sua vita si ritrova improvvisamente solo. Ma il ricordo e l’amore che li ha uniti sono impressi indelebilmente nel suo cuore e lo accompagneranno per sempre, anche in questo Natale lontano dall’Italia che segnerà l’inizio di una nuova era per l’attore pugliese.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Trai concorrenti della prossima edizione di Tale e Quale Show nel 2024 c’è anche Amelia Villano, che è arrivata in TV dopo un percorso umano e professionale davvero straordinario. Scopriamo qualche curiosità sul suo conto. Amelia Villano: biografia, curiosità e Instagram Amelia Villano, concorrente della prossima edizione di “Tale e Quale Show” nel 2024, ha […]

Mara Carfagna, ex ministro, è stata catturata in un momento di pura felicità e bellezza con la sua adorata figlia Vittoria. La rara immagine, pubblicata dal settimanale Gente sui social, mostra Carfagna radiosa nel suo abito da sposa, un capolavoro disegnato da Sofia Provera Atelier. La scena, che ha commosso molti, evidenzia il forte legame […]