Alba Parietti: “La vanità è un mio difetto, ma la ostento. Con Franco Oppini feci la ruba-mariti”

di Redazione


Sei su Telegram? Ti piacciono le nostre notizie? Segui il canale di DonnaClick! Iscriviti, cliccando qui!
UNISCITI

Alba Parietti si racconta, tra presente e passato. La conduttrice, con franchezza e sincerità, passa in rassegna i suoi amori, ma anche la sua carriera, prima di partire con il nuovo programma che partirà prossimamente sulla Rai.

Alba Parietti: “Attiravo gli uomini, poi scappavo”

“La vanità è un mio difetto, eppure lo ostento“: parola di Alba Parietti, 61 anni. La conduttrice ha rilasciato lunga intervista al Corriere della Sera, ricordando anzitutto i suoi esordi: “Avevo 17 anni ma ne dimostravo 20, ora che ne ho 61 mi dicono che ne dimostro sempre 20, beh, facciamo 30.

Ma, precisa: “La verità è che non la davo a nessuno, ero solo una bravissima allumeuse, fisico androgino, sedere brasiliano, 1 e 76, bionda, imitavo Dalila Di Lazzaro, avevo sciami di uomini dietro. Mi chiedevano: “Che hai, il miele?” Li attiravo ma poi scappavo”.

In merito all’amore con Franco Oppini, racconta: “Dopo un giro notturno per le vie di Torino, Franco mi invitò per un weekend in Romagna. Andai con un’amica (…). Lui era impegnato, lasciò l’altra e io feci la parte della ruba-mariti anche se di solito sono i mariti a volere essere rubati. Ci innamorammo e fu subito Francesco (il figlio, ndr)”.

Da sempre, Alba Parietti è stata corteggiatissima: “Auto e gioielli, pure gli emiri. Mi telefonava Gianni Agnelli, gentile e discreto. Però mi è sempre piaciuto snobbare i ricchi. Ho avuto storie solo con uomini che mi attraevano, magari discutibili, ma non che mi fossero utili”.

Alba Parietti e Fabio Adami
Alba Parietti e Fabio Adami

Dal passato al presente, oggi accanto a lei c’è Fabio Adami, ma nessun matrimonio in programma: “Non mi sposerò con Fabio. Ho incontrato l’uomo giusto, per gioco mi chiama ”la definitiva”. Mi piace il termine fidanzata, cerco l’emozione che mantiene viva la passione. Ha due ex mogli con cui vado d’accordissimo”.

“I colleghi maschi non ti stendono tappeti rossi”

Andando alla carriera, sono tanti i programmi di successo e i grandi artisti con i quali Alba Parietti ha lavorato. E non sono mancati i disaccordi: “Lavorare con Baudo e Boncompagni era facile, due mostri di bravura, super professionali. Nei rapporti interpersonali meno”.

“Non sono una che litiga, faccio squadra. Però i colleghi maschi non ti stendono tappeti rossi, devi sempre restare un passo indietro, temono di essere sovrastati. Ai Telegatti con Corrado ero così prevenuta — mi avevano detto: “Non ti farà aprire bocca” — che alla fine fui io a non fare parlare lui”.

Dalla stessa categoria

Correlati Categoria

Non è certamente un period facile quello che si trova a vivere Fedez, già alle prese con le conseguenze provocate dalla separazione da Chiara Ferragni, che ormai sembra essere definitiva. Questa volta il cantante fa parlare di sé per un motivo decisamente serio: nelle ultime ore è infatti finito in ospedale ancora per un’emorragia interna, […]

L’estate che sta attraversando Antonella Clerici è certamente differente rispetto agli anni passati. Poco dopo la fine di “È sempre mezzogiorno” la conduttrice si è sottoposto a un controllo ginecologico per alcune cisti che sembrava essere di routine, ma che poi non si è rivelato tale. Nell’arco di pochi giorni, infatti, è stato inevitabile finire […]